Rivista telematica (www.statoechiese.it)
Online dal gennaio 2007
Menu

Il Giudice italiano e le Università Pontificie: un “rapporto” controverso - di Settimio Carmignani Caridi

SOMMARIO: 1. Premessa - 2. Significatio verborum - 3. Dove ha la propria sede la PUL? - 4. Che rapporto c’è tra la PUL e la Santa Sede? - 5. La docenza universitaria ecclesiastica è funzione ecclesiale? - 6. La Santa Sede si è vista riconoscere in sede internazionale la sua competenza sulle università ecclesiastiche e pontificie? - 7. Inquadramento della materia così ricostruita nella normativa pattizia - 8. Conclusioni.

The Italian judge and the Pontifical Universities: a controversial relationship

ABSTRACT: The article examines the juridical status of the Roman Pontifical Universities and the jurisprudence of the Supreme Court of Cassation regarding employment relationships with institutions dependent on the Holy See.

Scarica il testo completo in PDF

La Bielorussia alla ricerca della propria identità e il processo di confessionalizzazione dello Stato - di Giovanni Cimbalo

SOMMARIO: 1. Dal socialismo di Stato allo Stato confessionale - 2. L’Accordo di collaborazione con l’Esarcato della Chiesa ortodossa Russa in Bielorussia - 3. Le materie oggetto di accordo e la confessionalizzazione delle istituzioni e dello Stato - 4. Gli accordi con gli altri culti tradizionali - 5. Il prezzo dell’alleanza: la lotta alle nuove confessioni religiose attraverso la legge sulla libertà religiosa - 6. Alcune considerazioni finali.

Belarus in search of its identity and the process of confessionalisation of the State

ABSTRACT: The current piece analyzes the stages characterizing the transition from State socialism to State Confessionalism through the Collaboration Agreement between the Belorussian Government and the Exarcate of the Russian Orthodox Church in Belarus. The main subjects of the agreement and the confessionalisation process of the institutions are taken into account. The essay deals with the alteration of the basic functions of the Belorussian State, namely education, health services and assistancy to the segregating foundations, etc. Furthermore, the agreements with other traditional religious groups are relevant. In this regard, the law on religious freedom is mainly used to resist the spread of such new cults. The study is then finalized to highlight the existing link between the Russian Orthodox Church traditions and cultural heritage with the estabilishment of a national identity. This symbolic bond is then used to build the basis of a new State with strong religious features in sensitive matters such as the control over births, bridal affairs, cultural and social valuesin a nationalist and sovereignist key.

Scarica il testo completo in PDF

Cerimonia di consegna dei volumi degli «Scritti in memoria di Maria Cristina Folliero “Rigore e curiosità”» - di AA. VV. (G. D'angelo e altri) , Giuseppe D'Angelo, Sara Domianello, Giuseppe Fauceglia, Enzo Maria Marenghi

SOMMARIO: Presentazione - Interventi di G. Fauceglia (ordinario di Diritto commerciale nell’Università degli Studi di Salerno) e di G. D’Angelo (associato di Diritto ecclesiastico e canonico nell’Università degli Studi di Salerno) - Relazioni - E.M. Marenghi (ordinario di Diritto amministrativo, già Preside della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Salerno), L’esperienza di Maria Cristina Folliero nella Facoltà giuridica salernitana - S. Domianello (ordinario di Diritto ecclesiastico e canonico nell’Università degli Studi di Messina), Il pensiero di Maria Cristina Folliero nell’ambito degli studi di Diritto ecclesiastico e canonico - Intervento conclusivo di A. Vitale (già ordinario di Diritto ecclesiastico e canonico nell’Università degli Studi di Salerno).

Scarica il testo completo in PDF

Parere sulla applicabilità della normativa anticorruzione alle Fabbricerie - di Giuseppe Dalla Torre

1 - Si chiede un Parere sulla applicabilità alle Fabbricerie della normativa anticorruzione. La questione nasce da deliberazione dell’Autorità Nazionale Anticorruzione volta a orientare gli enti di diritto privato controllati e partecipati, direttamente e indirettamente, da pubbliche amministrazioni, e gli enti pubblici economici, nella applicazione della normativa in materia di prevenzione della corruzione e trasparenza di cui alla legge n. 190 del 2012. In particolare l’Autorità in questione ritiene che le Fabbricerie, come tipologia di ente giuridico, possano essere considerate come “ente di diritto privato in controllo pubblico” ai sensi dell’art. 24 bis, del D.L. 24 giugno 2014, convertito in Legge 11 agosto 2014, n. 114 (continua).

Opinion upon the applicability of the anti-corruption legislation at the “Fabbricerie”

ABSTRACT: The “Fabbricerie” do not fall into the category of “private-law entities under public control” pursuant to art. 24 bis of the D.L. n. 114 of 2014, and consequently they are not required to comply with the obligations set out in the legislation on the prevention of corruption and transparency. And this because: they are neither public entities nor private entities, but ecclesiastical entities sui generis, governed by a legal regime negotiated between Italy and Holy See, therefore unalterably unilaterally; their purpose is mainly and directly aimed to guarantee the serving the church and the cult, and therefore it is for purposes other than the public interest as per art. 24 bis of the D.L. n. 114 of 2014; the provision for the appointment of the administrators is not an expression of the supremacy of the public administration.

Scarica il testo completo in PDF

Contributi precedenti

Giorgio Feliciani - La codificazione per la Chiesa latina: attese e realizzazioni. Dobbiamo tornare alle Decretali?

Claudia Morucci - I rapporti con l’Islam italiano: dalle proposte d’intesa al Patto nazionale

Clizia Franceschini - UNESCO, Religious Freedoms and World Cultural Heritage in the Old City of Jerusalem: the line of fire between challenges, comparisons and new perspectives