"A chiare lettere" - Confronti • A proposito di un diritto canonico periferico: ovvero il rischio della perifericità del diritto canonico (di Andrea Zanotti)
 
 
1 – L’intervento di Pierluigi Consorti sui nostri orizzonti giuridici e, più in generale, sugli abbrivi imboccati oggi dalla Chiesa cattolica, pone in rilievo alcuni punti centrali che è bene non lasciar cadere ma che devono essere situati al centro di un dibattito - nella disciplina e fuori - non sempre ricco e fecondo di suggestioni.
       Anzi, il quadro circostante - come fa emergere, spiace rilevarlo, proprio il contributo di Consorti - si nutre di una confusione semantica e concettuale nella quale si rischiano di perdere le tracce minime sulle quali poggiare una ricerca fondata su presupposti condivisi e imprescindibili che legittimino ipotesi di ricerca scientifica.
     Naturalmente, da cultore di un diritto canonico che segna la mia provenienza, mi sento direttamente investito da un ragionamento che principia proprio dalla sua ragion d’essere.

pdf Scarica il testo completo dell'articolo

 
Ultimi contributi pubblicati
Guerrieri Antonio Le mani sulle donne. Islam, culture religiose, violenza sessuale dopo il capodanno di Colonia
Catozzella Francesco Le modifiche in materia di forma canonica del matrimonio introdotte dal Motu Proprio De concordia inter Codices
Fabbri Alberto La missione della Chiesa ortodossa nel mondo contemporaneo
Annicchino Pasquale Sicurezza nazionale e diritto di libertà religiosa. Alcune considerazioni alla luce della recente esperienza statunitense
Varnier Giovanni B. Le contraddizioni della chiesa cattolica tra libertà di religione e libertà di espressione
Boni Geraldina L’efficacia civile in Italia delle sentenze canoniche di nullità matrimoniale dopo il Motu Proprio Mitis iudex (parte seconda)
Contributi 1 - 6 di 840  -  Tutti i contributi