Rivista telematica (www.statoechiese.it)
Online dal gennaio 2007
Menu

Reati culturalmente motivati e ignorantia legis: a margine della prima sentenza di legittimità sulle mutilazioni genitali femminili (nota a Cass. pen., sez. V, 2 luglio 2021, n. 37422)


SOMMARIO: 1. Considerazioni introduttive - 2. Il caso oggetto delle sentenze in commento - 3. Le mutilazioni genitali femminili: notazioni socio-antropologiche - 4. Le mutilazioni genitali femminili come esempio paradigmatico di reato culturalmente motivato - 5. I riflessi sulla tipicità - 6. I riflessi sull’antigiuridicità: il consenso dell’avente diritto - 7. segue: l’esercizio di un diritto - 8. I riflessi sulla colpevolezza: l’oggetto del dolo - 9. segue: la conoscibilità del precetto - 10. La dosimetria sanzionatoria - 11. Considerazioni conclusive - Bibliografia - Appendice.

Cultural crimes and ignorantia legis: about the first judgment of Italian Corte di Cassazione as regards female genital mutilation

ABSTRACT: The essay analyzes the first judgment of Italian Corte di Cassazione about female genital mutilation. After the sociological and anthropological analysis of the causes of female genital mutilation, deals with the evolution of Italian criminal law against this cultural crime. In particular, the essay underlines the relation between culture and the main elements of crimes, investigating necessary adaptments of theoretical reconstructions to female genital mutilation and others cultural crimes too.

Scarica il testo completo in PDF