Rivista telematica (www.statoechiese.it)
Online dal gennaio 2007
Menu

Articoli in

Tradizione, identità nazionale, etnosimbolismo e discriminazione in Ungheria: sfidare i diritti fondamentali con le loro stesse “armi” - di Lucia Bellucci

SOMMARIO. 1. Introduzione - 2. Sfera privata, narrative politiche e diritto: famiglia e nazione nel Programma di cooperazione nazionale e nella nuova Costituzione ungherese - 3. La discriminazione delle minoranze: il divieto di registrazione del cambiamento di genere adottato durante la pandemia da COVID-19 - 4. Spazio pubblico, tradizione, identità nazionale e radici cristiane - 5. Etnosimbolismo e malessere sociale tra rifiuto del linguaggio politico centrato sui diritti fondamentali e sfruttamento delle aspettative che questi ingenerano - 6. Conclusioni.

Tradition, National Identity, Ethnosymbolism and Discrimination in Hungary: Challenging Fundamental Rights with their Own Weapons

Abstract: The ruling coalition in Hungary values tradition, retrieving it in areas that affect both the private sphere of citizens and the public sphere of institutions through political narratives that are implemented by law. Although the "recovered" and interpreted tradition shapes a collective imagination and a normative framework that, according to current language, could be described as extremely conservative, political narratives and normative interventions contribute to social change in an illiberal sense. They intercept widespread malaise and increase discrimination against minorities already at risk. Moving from a unique model of social regulation based on the family, the ruling coalition establishes a link between the latter and the nation, introduces bans on the registration of gender change and the promotion of LGBT contents. Within migration policy, it also constructs the target of migrants and uses Christianity as an ethno-identity component, meanwhile adopting measures that prevent the implementation of Christian values. Moreover, Hungarian narratives, while rejecting the fundamental rights-centered narrative of the liberal tradition, are able to politically "exploit" the expectations it creates among citizens. Following a populist logic, the ruling coalition openly rejects the liberal fundamental rights narrative, but at the same time fully utilizes it.

Scarica il testo completo in PDF

Libertà e responsabilità nella convivenza coniugale: la stabilità dell’assegno divorzile a seguito di ‘delibazione’ della nullità canonica - di Andrea Cesarini

SOMMARIO: 1. Premessa. La solidarietà tra i coniugi nello svolgersi ‘effettivo’ della loro convivenza: traiettorie convergenti nella recente giurisprudenza di legittimità - 2. Il ‘conflitto’ tra i giudicati di divorzio e di ‘delibazione’ e la progressiva emersione della loro alterità - 3. Diritto all’assegno divorzile, (in)validità del matrimonio-atto e loro reciproca indifferenza nelle motivazioni delle Sezioni unite - 4. L’assegno come specificazione del dovere di solidarietà post-coniugale. La ratio ‘assistenzialistica’ dell’istituto secondo la giurisprudenza più risalente - 5. (segue) e la sua successiva rilettura in chiave di ‘autoresponsabilità’- 6. Libertà e reciproca responsabilità nella cornice solidaristica della convivenza - 7. La tutela del coniuge ‘debole’ come interesse irrinunciabile dell'ordinamento secolare - 8. Conclusioni.

Freedom and responsibility in the conjugal cohabitation: the stability of the divorce allowance after the exequatur of canonical nullity

ABSTRACT: In the recent ruling no. 9004 of 2021, the United Sections affirmed that the exequatur of the ecclesiastical judgment of nullity does not paralyze the trial on the economic effects of divorce, if the latter has already become unappealable. The ruling reveals a close link with the precedents of the Court no. 16379 of 2014 and no. 18287 of 2018, with a view to enhancing the effectiveness of conjugal cohabitation and the mutual responsibilities that are connected to it.

Scarica il testo completo in PDF

Ritual Circumcisions of Minors: Civil and Criminal Perspectives - di Agustín Motilla

SUMMARY: 1. Introduction - 2. Parental authority and the inherent rights of the minor. The best interests of the minor - 2.1. Conflicting rights. The current understanding of parental authority - 2.2. Limits to parental authority. Personality rights - 2.3. The minor’s consent in surgical procedures - 2.4. Circumcision and the best interests of the minor. An act which falls within parental authority? - 3. Criminal responsibility in acts of circumcision for religious motives - 3.1. The criminal approximation to female genital mutilation - 3.2. Circumcision in criminal jurisprudence - 4. Concluding remarks. De iure condendo contributions.

Scarica il testo completo in PDF

On the legal, bioethical, and moral assessment of commercial “surrogacy” - di Igor V. Ponkin Alexandra A. Ponkina

SUMMARY: 1. Problem description - 2. Business based on commercial “surrogacy” is immoral and inhuman in nature, can be defined as the organisation and implementation of hidden child trafficking and mediation in such trade - 3. Illegal presumption and positioning of a child (whose birth “surrogacy” is aimed at) as an object of a commercial transaction, which is endowed with the characteristics of a product and consumer commodity properties, in “surrogacy” transactions - 4. Ideologically motivated, manipulative substitution of the concepts of the mother of the child and a woman-donor of an ovum, claiming to have a child born as a result of the “surrogacy” technologies use - 5. The practice of “surrogacy” is a gross violation of the child's rights, first of all, the child's right to his/her natural mother - 6. Legal and actual inconsistency and defectiveness of classifying commercially motivated “surrogacy” as an assisted reproductive technology and a form of high-tech or other medical care - 7. Reduction of the value and role of a woman as the mother to the value and role of a paid, commercially exploited living “human incubator”, a means of production by technology and the industry of “surrogacy” - 8. Risks of using children “obtained” as a result of “surrogacy” for criminal purposes - 9. Conclusions.

ABSTRACT: This article presents a critical legal and bioethical analysis of the legal framework and practice of using the technology of commercial surrogacy («surrogate motherhood») - as a paid service provided in the interests of a third party (customers, third parties) with the subsequent transfer ("alienation") of this child to the customer of such a service. In conclusion a moral assessment of such actions is given.

Scarica il testo completo in PDF

A come aborto: la “lettera scarlatta” del XXI secolo nel Giardino degli angeli - di Silvia Baldassarre

SOMMARIO: 1. Il caso - 2. La normativa di riferimento - 3. Interruzione di gravidanza e diritto alla privacy - 4. Nel nome della madre e del figlio mai nato - 5. I cimiteri dei feti - 6. Osservazioni conclusive.

A for abortion: The Scarlet Letter in XXI century in the “Garden of angels”.

ABSTRACT: The work analyzes in a juridical key the story of the burial of an abortive product, in the "garden of the angels" (Flaminio cemetery in Rome). The burial, which took place without the mother's consent, is marked by a cross with the woman's personal data. This circumstance raises several critical profiles, examined in the article, regarding the right to privacy, the right to self-determination and freedom of conscience.

Scarica il testo completo in PDF

La legge sul divorzio e la riforma del diritto di famiglia in Italia negli anni 1970-’75 - di Sergio Lariccia

SOMMARIO: 1. La legge sul divorzio e la sua conferma nel referendum del 1974 – 2. La riforma del diritto di famiglia: legge 19 maggio 1975, n. 151 - 3. Bibliografia.

Scarica il testo completo in PDF

Forme e pratiche del pluralismo religioso nello Stato di Israele. L’eredità ottomana e la tutela dei rapporti familiari - di Stefania Dazzetti

SOMMARIO: 1. Israele, uno Stato ‘ebraico’ e multiculturale? - 2. Il sistema degli statuti personali e la tutela delle relazioni familiari - 3. Matrimoni, divorzi e Corti religiose - 4. Pluralismo, multiconfessionismo e dinamiche demografiche. Prime conclusioni e prospettive di ricerca.

Forms and practices of the religious pluralism in the State of Israel. The Ottoman inheritance and the protection of family relationships.

ABSTRACT: The essay aims to explore, also in a historical perspective, the general characteristics, peculiarities and limits of the differentiated protection of family relationships in force in the legal system of (State of Israel), still based on the millet system. It allows the application of the personal statutes of the various ethnic-religious communities (Jewish, Muslim, Druze, Christian) present on the territory, not only to regulate the legal institutions typical of family law - especially marriage and divorce -, but also for the resolution of disputes on the matter that are devolved to the jurisdiction of the religious Courts of several religions. In examining the effectiveness and functionality of this model of religious and cultural pluralism, the study highlights the delicate problems of relevance and coexistence of the different religious normative complexes in the Israeli state system.

Scarica il testo completo in PDF

Il diritto dei minori alla libertà religiosa: tra norme e prassi internazionali - di Marcella Distefano

SOMMARIO: 1. Premessa - 2. Brevi cenni sul contesto normativo internazionale - 3. La valenza della prassi internazionale: in particolare, il ruolo degli organismi internazionali indipendenti - 4. La giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell’uomo e la rilevanza delle convinzioni religiose dei genitori - 5. Segue: il rispetto del diritto all’educazione dei minori - 6. Il limitato rilievo dei principi generali a tutela dei minori e la necessità di riconoscere loro un locus standi in sede processuale.

Children's right to religious freedom: between international norms and practice

ABSTRACT: Religious freedom is considered a cornerstone of democratic societies, a vital element that contributes to forming the identity of believers and, with reference to minors, the course of their education and upbringing, accompanying them to adulthood. In international law studies, the right of minors to religious freedom, understood as the set of international obligations imposed on States, in both the negative and positive senses inherent in its achievement, has been little explored. The paper aims to identify systematic elements to help reconstruct the “minimum” content of a child’s right to religious freedom, pursuing two main lines of investigation: one relating to the exercise of freedom of worship in the various social contexts in which minors grow up; the other inherent in the educational project that leads them to adulthood. Recognition of the child of a locus standi in the independent court of law compared to that of the family members in charge of his care will help to realize the subjectivity of the child even in such a sensitive subject matter as religious freedom.

Scarica il testo completo in PDF

Le colpe dei padri. Commento all’ordinanza della Corte di Cassazione n. 8325 del 29 aprile 2020 - di Francesca Poggi

SOMMARIO: 1. Introduzione - 2. La genitorialità intenzionale nell’attuale giurisprudenza italiana - 3. Profili critici - 4. La questione di illegittimità costituzionale - 5. Scenari possibili.

The Sins of the Fathers. Comment to Corte di Cassazione, judg. n. 8325 April 29th 2020.

ABSTRACT: This essay examines the Italian judgement (Ordinanza) n. 8325, issued on April 2020, that has raised a question of constitutionality against the jurisprudential address which, appealing to the limit of the public order, excludes the Italian recognition of foreign jurisdictional decisions that ascertain the right to be inserted - as an intentional parent - in the birth certificate of a child born through the so-called “surrogate motherhood”. In particular, after a survey of the current Italian case law (§ 2) and the problems that it raises (§ 3), the essay examines the arguments advanced by the judgement (§ 4), wondering about its possible outcomes (§ 5).

Scarica il testo completo in PDF

Legge versus giurisprudenza (con speciale riguardo alla materia giusfamiliare) - di Arturo Maniaci

SOMMARIO: 1. Premessa: lo Stato di diritto e alcuni suoi corollari - 2. La ‘rivoluzione clandestina’ conseguente al recente fenomeno dell’espansionismo giurisprudenziale - 3. La giurisprudenza italiana in materia giusfamiliare: un esempio eloquente di giurisprudenza creativa - 4. L’affidamento condiviso e il diritto alla bigenitorialità secondo i giudici italiani - 5. L’assegnazione e la perdita della casa coniugale secondo i giudici italiani - 6. L’affidamento dei minori a soggetti terzi e la responsabilità genitoriale secondo i giudici italiani - 7. Il mantenimento diretto secondo i giudici italiani - 8. L’ordine di distrazione di somme dovute da terzi a uno dei coniugi secondo i giudici italiani - 9. Conclusioni.

Legislation versus Case Law (with special regard to Family Law).

ABSTRACT: Starting from historical analysis of the knowledge of ‘Rechtstaat’, the following essay is dedicated to the evolution of domestic juridical system, particularly with reference to the attitude of the Italian courts towards legislation. That’s like attending a kind of ‘clandestine revolution’: case law does not seem anymore submitted to statutory legislation, but statutory rules are neglected and manipulated by judicial order. This is particularly clear in family law; that means that judges make law against legislation by the use of general clauses. This essay outlines the necessity of adherence to positive law as guarantee of certitude and defence against arbitrariness and judicial excess, contrary to the authors who claim that law-making is essential to the jurisdictional role.

Scarica il testo completo in PDF

La rettifica anagrafica del genere in una pronuncia del Tribunale di Tunisi: il rispetto della vita privata, tra comparazione giuridica, diritto internazionale e fiqh - di Wisam Zreg

SOMMARIO: 1. Introduzione - 2. I precedenti giurisprudenziali - 3. Un nuovo ruolo per i giudici tunisini? - 4. La tutela dei diritti e delle libertà: tra comparazione e fiqh - 5. Profili comparatistici. Il processo di rettifica del genere in una pronuncia della Corte d’appello di Beirut - 6. Considerazioni conclusive.

A landmark decision concerning gender rectification in Tunisia: the right to a private life between comparative law, international law and fiqh

ABSTRACT: The decision of the Tribunal of Tunis, concerning gender rectification in public registries of a transgender FtM person who underwent sex reassignment treatment, is an example of innovative case law. The judgment, changing the previous case law, is characterized by the use of the comparative method, so that, in the grounds for ruling, legal principles from different foreign jurisdictions and the fiqh coexist. Specifically, the Tribunal of Tunis, showing an open and dialogical approach to other jurisdictions and legislations of the globe, has consecrated the fundamental human right of gender rectification in public registries, rarely recognized in other Arab countries.

Scarica il testo completo in PDF

Educación, proselitismo y adoctrinamiento: perfil y repercusiones jurídicas - di José Mª Martí Sánchez

SUMARIO: 1. Introducción - 2. El concepto de educación-enseñanza, vinculado a la libertad religiosa y el pluralismo - 3. El proselitismo o incitación articulada para compartir una opción de vida - 4. El concepto de adoctrinamiento, como conducta lícita e ilícita - 5. Consecuencias jurídicas: la educación y sus parámetros - 6. Consecuencias jurídicas: El proselitismo legítimo y el abusivo o ilícito - 7. Los conflictos del proselitismo en el seno de la familia, según el TEDH - 8. Consecuencias jurídicas: el “adoctrinamiento” en la educación familiar y reglada - 9. El adoctrinamiento en los tipos penales - 10. Conclusiones.

Education, proselytism and indoctrination: profile and legal treatment

ABSTRACT: Nowadays the identity is a big question, and his preservation depends by a great deal on the education, the proselytism and the indoctrination. These three concepts, close and complex, demand a juridical explanation. This study looks for to light up them, in the European and Spanish context, through the legislation and the case-law.

Scarica il testo completo in PDF

Amministrazione pubblica e diritti fondamentali - di Anna Romeo

SOMMARIO: 1. Libertà e diritti fondamentali - 2. Amministrazione e diritto alla salute - 3. Amministrazione e diritto all'unità familiare, all'istruzione e alle prestazioni sociali - 4. Amministrazione e diritto di proprietà - 5. Per una effettività dei diritti fondamentali attraverso l'amministrazione.

Public Administration and Fundamental Rights

ABSTRACT: Moving from a brief historical reconstruction, the present contribution examines the theme of fundamental rights, focusing in particular on those that are ultimately the subject of profound debate, such as the right to health, especially due to the implications it presents with other highly discussed issues such as, for example, the end-of-life, as well as the right to family unity, with particular reference to foreigners. He also pauses to analyze more traditional fundamental rights such as the right to property and the right to education.

Scarica il testo completo in PDF

Le istituzioni educative nella Costituzione italiana - di Pasquale Lillo

SOMMARIO: 1. Ricognizione costituzionale del fenomeno educativo - 2. L’educazione familiare - 3. L’educazione scolastica - 4. L’educazione religiosa.

Educational Institutions in the Italian Constitution

ABSTRACT: According to the current Constitution, Italy presents itself as a pluralist and participatory democracy, in which certain functions aimed at enhancing the human person are not taken directly by the State – except in exceptional cases in which the public authorities intervene, for reasons of necessity, in a subsidiary or supplementary way – but they are normally assigned to specific social subjects (or formations), among which the educational institutions have a special and qualified position. The present contribution intends to highlight that the Italian “social State” does not present itself as a “educating State” in its own educational models that the public structures impose in an authoritarian way on the single components of the national collectivity. On the other hand, the Italian Constitution, in recognizing social relevance to the educational function, assigns its concrete management to certain “"pedagogical agencies” or “educational institutions” operating autonomously within the civil society: among which the qualified family holds a qualified position. School and religious confessions. They do not operate in the name or on behalf of the State, but operate within a framework of legal, cultural and institutional guarantees and pluralism, within a normative framework dictated in this regard by the constitutional text and by ordinary legislation. By carrying out the special role assigned to them by the Italian legal system, educational institutions participate in the democratic dynamics of the country, contributing with their work to the construction and evolution of the civil and national community.

Scarica il testo completo in PDF

Luci e ombre di un documento controverso: la Correctio Filialis de Haeresibus Propagatis. Alcuni profili di diritto pubblico della Chiesa - di Domenico Bilotti

SOMMARIO: 1. Una premessa circa il contesto e le motivazioni della lettera al Pontefice - 2. La Correctio Filialis de Haeresibus Propagatis: punto di arrivo o di inizio di un dibattito? Antecedenti storici e parallelismi da precisare nelle argomentazioni degli estensori - 3. Un bersaglio polemico non sorprendente: l’Esortazione Amoris Laetitia. Questioni pastorali e contrapposizioni tra visioni diverse sul diritto della Chiesa - 4. Lo stylus del Pontificato. Temi giuridici e prospettive future per lo studio dell’ordo iuris ecclesiae: prime conclusioni.

Lights and shadows of a controversial document: the "Correctio filialis de haeresibus propagatis". Some outlines in Public Canon Law

ABSTRACT: The aim of this essay is to study and to analyze the current debate about recent Pope Francis’s propositions and affirmations regarding the Roman catholic doctrine and the concrete development of religious marriages in secular societies. One of the most important documents disputing the latest reforms and measures could be considered the so called “Correctio Filialis de Haeresibus Propagatis” that is intended to be a sort of manifesto of dissatisfaction and disappointment against the renewal of a comprehensive and tolerant approach in Canon Law’s rules concerning the status of divorced people and the assumed “irregular” civil unions. In spite of underlining some important aspects, probably not completely deepened by the Pope, that document at the same time undervalues the conceptual efforts to make the doctrine adequate to answer to a typical sense of restlessness in our time, even from a legal point of view.

Scarica il testo completo in PDF

Matrimonio e famiglia tra laicità e libertà religiosa - di Giuseppe Dalla Torre

SOMMARIO: 1. Premessa: la necessaria precedenza della libertà religiosa sulla laicità - 2. Radici etico-religiose del matrimonio, libertà religiosa e origini del matrimonio civile - 3. Il matrimonio civile: tra neutralità e ideologia - 4. Ritorno del fenomeno religioso nell’età della secolarizzazione: ricadute in materia matrimoniale - 5. La restituzione di matrimonio e famiglia alla società civile e alla religione - 6. La (ri)conquista di spazi di “diritto personale” e ritorno alla disciplina religiosa del matrimonio - 7. Diritto alla tutela dell’identità e “princìpi non negoziabili” dello Stato democratico. Conclusioni.

Marriage and family between secularism and religious freedom

Abstract: Given that between secularism and religious freedom there is a relationship of instrumentality of the first compared to the second, in the essay there’s a recall to the ethical-religious roots of the marriage’s legislation, which, starting from the Protestant Reformation and then from the French Revolution has undergone a process of secularization and secularism with the birth of the civil marriage. It is a process that has been motivated (also) by reasons of religious freedom, but which has led, by the State, to the subtraction of the marriage’s subject from the society. Today there is a substantial return from the state to the society of the discipline about the various forms of life and family communions, and this, in a religiously pluralistic society, involves (also) the return of the marriage to the religion.

Scarica il testo completo in PDF

Alcuni spunti di comparazione tra diritto italiano e diritto ebraico in tema di maternità surrogata - di Enrica Martinelli

SOMMARIO: 1. Il divieto di maternità surrogata nell’ordinamento italiano - 2. Diritto ebraico e bioetica - 3. “Crescete e moltiplicatevi”. Il precetto divino di procreare e la maternità surrogata nel diritto ebraico - 4. Conclusioni.

Some starting points for comparison between Italian law and Jewish law on surrogate motherhood

ABSTRACT: Recent scientific progress in reproductive biotechnologies implies significant transformations in terms of the value and culture of the concept of maternity, which is no longer attributable to the legal definition of “mother” offered by Italian civil legislation. Assisted reproductive technologies separate the reproductive aspect and sexual union of the couple, finally leading to the metamorphosis of the relational dynamics underlying the “family identity” and the birth of new types of biolegal contracts. The study sets out to compare the approach that the Italian legal system reserves for the phenomenon of surrogacy with that which has developed at the heart of Jewish law. The interesting variety of opinions of the rabbinical authorities, which express both the Orthodox positions and the more progressive ones, show how Jewish speculation around bioethical reproductive issues has led to a respectful comparison of knowledge and judgements of the minority opinions that enter, with equal dignity, into the legal debate and are enhanced by the absence of a superior interpretation.

Scarica il testo completo in PDF

Paolo VI il più grande Papa riformatore della modernità - di Carlo Cardia

SOMMARIO: 1. Premessa. Lo sguardo verso l’alto. Il Papa più italiano e più universale della modernità - 2. Paolo VI e l’amore per l’Italia. Storia, Risorgimento, Repubblica - 3. Il programma dell’Ecclesiam Suam del 1964. Dialogo con i non credenti e dialogo interreligioso - 4. Ebraismo ed ecumenismo, per l’unione del ceppo ebraico-cristiano - 5. Fede e ragione. L’universalità della Chiesa e dell’ONU - 6. Collegialità e unità nel governo della Chiesa. Coscienza della funzione petrina - 7. Un fremito lo prende, una vertigine, talora una follia, lo invade. Ma Paolo VI chiude le ferite della storia - 8. Profezia e storicità del magistero di Papa Montini. Sacerdozio, celibato, i tempi della storia - 9. Etica, famiglia, sessualità. Paolo VI, l’antropologia solidale, contro il nichilismo della dissoluzione - 10. Conclusioni. Paolo VI, uomo della fede e della sapienza.

Scarica il testo completo in PDF

L’educazione religiosa dei figli nei matrimoni misti: l’ordinamento canonico tra diritto e pastorale - di Roberta Colombo

SOMMARIO: 1. L’educazione religiosa dei figli nell’ordinamento civile: diritto dei genitori e libertà dei minori - 2. L'educazione religiosa della prole nell’ordinamento canonico: un diritto-dovere dei genitori - 3. Educare religiosamente nei matrimoni misti nel codice di diritto canonico - 4. Diritto canonico particolare e orientamenti pastorali - 5. Riflessioni conclusive.

Scarica il testo completo in PDF

L’impatto culturale dell’immigrazione islamica sull’ordinamento giudiziario italiano: alcune riflessioni - di Elena Falletti

Sommario : 1. Introduzione - 2. Libertà di religione ed espressione dell'identità culturale - 3. La costruzione delle moschee - 4. La vestizione del velo - 5. La pratica sommersa delle mutilazioni genitali femminili - 6. Il diritto di famiglia - 7. Il matrimonio - 8. I matrimoni poligamici - 9. I matrimoni forzati - 10. I diritti successori - 11. Ripudio e divorzio - 12. Kafalah e adozione - 13. Conclusioni. La necessaria unitarietà dell'ordinamento giuridico contro la discriminazione. Il caso delle giurisdizioni speciali shariaitiche: un’esperienza da non imitare.

The Cultural Impact of Islamic Mass Immigration on the Italian Legal System

ABSTRACT: Although Italy has been a country with a strong tradition of emigration, only in the last twenty-five years Italians have had to face the social, juridical and cultural problems related to high immigration hosted by this country. The majority of immigrants come from areas with Islamic religious tradition such as Northern and Central Africa and the Middle East. The cultural impact between the Italian Catholic tradition and the newcomers' faith and customs has been very strong, often problematic. The aim of this paper is to investigate the most relevant issues between the cultural and legal aspects of Islamic culture pertaining to immigrants living in Italy with the Italian legal system. The legal areas proposed for the investigation are related to self-determination, personal integrity and family law, especially for analyzing the impact of cultural differences on public policies and social behavior. The methodology used regards a comparative and a multidisciplinary approach.

Scarica il testo completo in PDF

L’Esortazione apostolica Amoris Laetitia. Osservazioni a prima lettura - di Domenico Bilotti

SOMMARIO: 1. Considerazioni preliminari. Le possibilità della lettura secondo il Magistero – 2. L’inquadramento pastorale: le molteplici opzioni dell’Episcopato – 3. L’inquadramento giuridico: il raccordo (ricercato) con le riforme ecclesiali – 4. Gli spunti di riflessione riguardo agli istituti civili – 5. Le molteplici fattispecie della crisi matrimoniale – 6. La conferma di una scelta metodologica importante: il contributo delle Conferenze episcopali – 7. Conclusioni (soltanto) provvisorie: gli “appunti di viaggio” per una Chiesa in cammino.


ABSTRACT: The post-synodal apostolic Exhortation by Pope Francis, Amoris Laetitia, represents a relevant document to understand the current interest in Canon Law’s studies about the legal condition of marriages and human families. Though the Exhortation obviously has a deep view about theological perspectives, juridical elements seem even more important and suggestive. The aim of this essay is to underline what the Exhortation could mean in terms of reforming positive rules, not only considering the legal status of marriage.
 

Scarica il testo completo in PDF

“A chiare lettere” - Transizioni • Adozione in casi particolari, coppie omogenitoriali, “preminente interesse del minore”: l’interpretazione del giudice della legittimità (di g. c.) - di Giuseppe Casuscelli

Il giudice della legittimità, svolgendo il suo normale, doveroso compito ermeneutico nell’esame delle fonti normative, ha circoscritto, con la sentenza che di seguito si riporta per esteso, “l’ampia latitudine” del contenuto normativo che è possibile attribuire alla disposizione, dettata dall’art. 44, comma 1, lett. d ), della legge n. 184 del 1983, sulla “constatata impossibilità di affidamento preadottivo”. A chi potrà ritenere che la decisione sia frutto di un’indebita supplenza in una materia affidata alla discrezionalità del Parlamento si dovrà replicare che spetta al giudice, e alla Corte di Cassazione in particolare, osservare sia il canone della totalità ermeneutica sia il divieto di denegare giustizia ( non liquet ), per concorrere all’attuazione del valore costituzionale dell’uniforme applicazione della legge, Un impegno, questo, tanto più doveroso e vincolante qualora il legislatore si sottragga di proposito al compito di dettare discipline per l’adeguata tutela degli interessi emersi nella società e consolidatisi nel tempo. Discipline che siano al passo con l’evoluzione dell’ordinamento democratico; che sviluppino i principi costituzionali di tutela delle formazioni sociali, di uguaglianza, di solidarietà, ecc.; che assistano e promuovano tutte le situazioni giuridiche soggettive implicate dalla mala sorte di appartenere alla categoria dei diritti “inattuati”.

Scarica il testo completo in PDF

Nuovi modelli familiari. Considerazioni in ordine a Consiglio di Stato n. 4899 del 2015 sulla trascrivibilità del matrimonio omosessuale - di Simona Attollino

SOMMARIO: 1. Primi argomenti sulle unioni same-sex - 2. Lo stato dell’arte nazionale ed europeo fino alla pronuncia dei Giudici amministrativi - 3. La sentenza del Consiglio di Stato n. 4899 del 2015. Il fatto - 4. Il sistema regolatorio di riferimento e il riferimento all’ordine naturale - 5. Matrimonio omosex e ufficiale dello stato civile: il rapporto di supremazia gerarchica - 6. “L’infrangibile ostacolo dell’articolo 29 della Costituzione” - 7. Conclusioni e prospettive.

ABSTRACT: This article analyses the debate concerning the legal status of same-sex unions, also considering what the Italian State Council has affirmed in relation to the possibility of recognising a same-sax couples (who have got married abroad) in Italy. In this respect, the author investigates the national and European jurisprudence, which has in fact influenced the decision of administrative Courts, including that of the said State Council. The attention is particularly focused on the most interesting passages of the State Council’s judgment, from both the legal point of view and the methodological approach.

Scarica il testo completo in PDF

“A CHIARE LETTERE” - CONFRONTI” • Unioni civili e stepchild adoption. A proposito del dibattito in corso, ricordando la lezione di Norberto Bobbio (di Vincenzo Turchi) - di Vincenzo Turchi

È una semplificazione ricorrente quella che riconduce alla contrapposizione tra “laici” e “cattolici” il confronto – serrato, talora aspro – che nel Paese e nel Parlamento si sta svolgendo a proposito della regolamentazione delle unioni civili, segnatamente per quanto concerne la stepchild adoption estesa alle coppie di omosessuali. Lo stesso avviene, non di rado, rispetto alle più importanti questioni di bioetica. Sul tema è intervenuto di recente Massimo Salvadori in un articolo comparso su la Repubblica del 18 febbraio 2016 (“ Unioni civili, non parliamo di laici contro cattolici ”), che offre interessanti spunti di riflessione. (continua).

Scarica il testo completo in PDF

Verso una tutela nazionale e sovranazionale delle unioni (matrimoniali e civili) tra persone dello stesso sesso? Riflessioni a margine del caso Oliari e altri contro Italia - di Marco Parisi

Sommario : 1. Introduzione - 2. Percorsi giurisprudenziali e normativi interni in materia di unioni civili - 3. Il caso Oliari contro Italia e le sue ripercussioni sul dibattito in tema di coppie same sex - 4. Conclusioni.

ABSTRACT : At a supranational level, there has been a progressive evolution of the concept of family, which would not seem rooted solely on the traditional concept that refers to heterosexual marriage, nor necessarily requiring the difference in sex of the engaged couple. In Italy, the difficulties encountered in terms of legislative action at a national level, in the purpose of the definition of a legal status to the unions between persons of the same sex, have led, in recent years, many couples to turn to the European Court of Human Rights in order to obtain the recognition, within the italian legal system, of the right to marry for homosexual unions, and the right to the transcript of the marriage or registered partnership concluded abroad. This has generated a lively and stimulating legal and jurisprudential debate. The article aims to reconstruct conceptually the problem raised by the question of "egalitarian marriage", accessible to all couples, regardless of possible gender identity of the contractors, and the resulting answers and solutions offered, in a internal and supranational level, by political and judicial bodies.

Scarica il testo completo in PDF

Diritti degli individui e diritti delle coppie in materia familiare - di Sergio Lariccia

SOMMARIO: 1. La nozione del matrimonio come coniunctio maris et foeminae e i diritti di ogni individuo di essere se stesso e di vivere e di morire, senza ingiustificate pressioni ed oppressioni da parte dei poteri politico e religioso - 2. Sentimenti, culture e tradizioni in tema di diritto di famiglia - 3. Diritti che piacciono e diritti che non piacciono - 4. I diritti degli individui e delle coppie omosessuali come diritti da prendere sul serio.

Scarica il testo completo in PDF

“A chiare lettere” - Confronti • Riflessioni minime sulla crisi del diritto matrimoniale (di Francesco Onida) - di Francesco Onida

Che oggi matrimonio e famiglia siano in sofferenza è affermazione che non pare richiedere complesse dimostrazioni. Negarla avrebbe solo il significato di volersi sottrarre a qualunque confronto pur di riuscire a mantenere comunque fuori discussione i principi fondamentali (detti infatti non negoziabili ) della situazione giuridica attuale, apprezzata soprattutto dalla parte più conservatrice della società civile benpensante e tradizionalista. E la crisi è generale, almeno per il mondo occidentale, cristiano. (continua)

Scarica il testo completo in PDF

Delibazione di sentenze ecclesiastiche, ovvero il cammello per la cruna dell’ago - di Marco Canonico

Sommario : 1. L’introduzione del criterio della buona fede - 2. La distinzione tra incompatibilità assolute e relative - 3. La rilevanza attribuita alla prolungata convivenza coniugale – 4. Conclusioni.

Scarica il testo completo in PDF

Valori religiosi vs. valori laici nel diritto di famiglia (rileggendo il saggio di Walter Bigiavi su “Ateismo e affidamento della prole”) - di Antonio Fuccillo

SOMMARIO: 1. Ateismo del genitore e affidamento della prole nel dibattito giuridico di inizio anni ’50 – 2. Religione e diritto: la contemporaneità delle riflessioni di allora – 3. Procedimento educativo dei minori e cultura religiosa – 4. La determinazione dell’interesse del minore nella recente prassi giurisprudenziale – 5. L’attualità di un dibattito antico.

Scarica il testo completo in PDF

La deontologia dell’avvocato matrimonialista - di Marco Canonico

SOMMARIO: 1. Le peculiarità del diritto di famiglia e le connesse esigenze deontologiche - 2. Le indicazioni contenute nel nuovo Codice deontologico forense - 3. Le norme deontologiche nell’ordinamento canonico.

Scarica il testo completo in PDF

La tutela del (coniuge) minore. Prospettive confessionali e prospettive civili - di Domenico Bilotti

SOMMARIO: 1. La progressiva residualità dell’ipotesi del matrimonio tra minori e i perduranti profili di interesse nella disciplina canonistica – 2. I diritti dei minori nel quadro delle relazioni di famiglia: un ambito più ampio da cui valutare il problema dell’osservanza dei precetti confessionali – 3. Due ipotesi dibattute alla prova dell’applicazione pratica: la tutela penale e i patti tra i coniugi nel procedimento di separazione.

ABSTRACT: The legal protection of specific subjective categories is a traditional issue for international scholars. This kind of argumentative strategy reached a particular relevance after the Second World War, but those normative instruments, considered in an International and Criminal Comparative Law’s point of view, seem probably out-of-date and especially not strictly relevant in the current national Private Law. Nowadays, in the European social system, many traditional cultures support the juridical relevance ( erga omnes ) of their own values and try to apply their constitutive rules to the statute of family and her members. Considering difficult conditions for a legislative response and limited possibilities for a new general discipline (even because these modifications, when eventually approved, created a certain discontent in their practical consequences), the most important solution should be to encourage more inclusive customs not based just on a radical idea of secularism and on a precarious pre-eminence of legislativ

Scarica il testo completo in PDF

Affidamento condiviso, multi religiosità ed educazione (religiosa) dei minori - di Germana Carobene

SOMMARIO: 1. Affidamento ed educazione (religiosa) dei minori - 2. Evoluzione legislativa in tema di educazione dei minori - 3. Analisi giurisprudenziale con particolare attenzione ai Testimoni di Geova.

Scarica il testo completo in PDF

Alcune osservazioni sull’istituto del divorzio in Corea del Sud - di Raffaella Losurdo

SOMMARIO: 1. Introduzione - 2. La disciplina del divorzio nel Codice Civile coreano e i relativi aspetti patrimoniali - 3. Fidanzamento, matrimonio, nullità e interruzione per morte del matrimonio - 4. La tutela dei figli nel divorzio - 5. Riforma del diritto di famiglia n. 7427/2005.

ABSTRACT: Some remarks on divorce in South Korea The Korean family law regulates two different procedures for divorce: divorce by agreement (which is used in cases where both spouses are agree to terminate the marriage) and judicial divorce. Closely related to divorce are different problems, because of which this institution has been repeatedly the subject of reforms; the most significant reforms are: the first one in 1991, which aims to achieve a way of equality between man and woman, then in 2005, which had as its goal to remove the "head of the family" system and the last one in 2007 made to realize an effective protection of children as the greatest victims of their parents’ divorce. The most innovative reform has been the law n. 7427 of 2 March 2005 (with eight points, four of which came into force immediately and the other in 2008). It deals essentially in abolish the head of the family system, on the ground that it was unconstitutional, because the system contains articles that infringe individual dignity and equality between sexes in marriage and so they are contrary to art. 36 of the Korean Constitution.

Scarica il testo completo in PDF

L’educazione religiosa nella scuola pubblica. Il modello concordatario-pattizio nei paesi latini europei - di Rita Benigni

SOMMARIO: 1. Premessa - 2. I Concordati del primo novecento: definizione dei tratti tipici del modello – 3. La revisione concordataria del secondo dopoguerra: libertà di scelta educativa e pluralismo religioso - 4. L’istruzione religiosa “nell’ambito delle finalità della scuola”. Il caso Italia - 5. (segue) … l’esperienza di Spagna e Portogallo.

Scarica il testo completo in PDF

Convivenza coniugale e nullità matrimoniali canoniche: la Cassazione torna sui suoi passi (nota a Cass. 4 giugno 2012 n. 8926) - di Marco Canonico

SOMMARIO: 1. Le decisioni precedenti - 2. I contenuti del provvedimento - 3. Osservazioni finali.

Scarica il testo completo in PDF

La convivenza coniugale come ostacolo al riconoscimento delle nullità matrimoniali canoniche: la Cassazione fornisce precisazioni ma le incertezze aumentano - di Marco Canonico

SOMMARIO: 1. Il precedente giurisprudenziale - 2. La sentenza della Corte di Cassazione 8 febbraio 2012 n. 1780 e la necessaria effettività della convivenza coniugale - 3. Una specificazione che accresce le incertezze.

Scarica il testo completo in PDF

Neutralità della scuola e ruolo dei genitori nelle attività extra-scolastiche - di Daniele Ferrari

SOMMARIO: 1. Introduzione – 2. Ordine pubblico, laicità, principio di non discriminazione, libertà di coscienza, libertà di religione e istruzione pubblica: un complesso quadro costituzionale – 3. Il genitore-accompagnatore può essere considerato un funzionario pubblico di fatto? – 4. Le fonti internazionali ed europee.

Scarica il testo completo in PDF

The Universal Constitutionalism in an Age of Religious Diversity. Western Secularism Tested by “New” Cultural Conflicts - di Francesco Alicino

SUMMARY: 1. Introduction – 2. Relation-Collaboration between the State and Churches in Constitutional Democracies – 3. The laicité à la française Tested by a Deprivatised Religious Process – 3.1. The French Rigid Secularism. Freedom (of Religion) through the State – 4. Canada’s Open Secularism. The Question of Religious-Based Family Law Disputes – 4.1 Reasonable Accommodation and “New” Religious Nomoi Groups – 5. Collaboration-Relation between the State and Churches in Italy – 5.1. The Italian Secularism Tested by the New “Religious Geography” – 6. Conclusion.

ABSTRACT: Under the pressing process of immigration and globalisation many Western constitutional democracies have moved from a number of religions, sharing a common culture, to today's age of diversity. As opposed to the past, the current democracies are facing the lack of overlapping consensus over the basic constitutional laws: namely, the meaning and the scope of freedom of religion, secularism, the separation Church-State, equal treatment and the rule of law. This is because individuals often come to adopt their basic values by very different ways. The nature, scope and force of such values are likely to be affected by competing and, sometimes, contested fundamental values and worldviews. From here stems the pressing tension – or dilemma – between “unity” and “diversity”. This essay starts with general considerations about the freedom of religion principle, strictly related with the “separation” as well as “collaboration” between secular States and Churches; then the author analyses three case-studies (France, Canada and Italy), pointing out some specific legal approaches. In particular he focuses the analyses over the French “droit commun”, the Italian ecclesiastic law and the Canadian arbitral tribunals that, especially in family law, allow disputes to be arbitrated using religious jurisdictions.

Scarica il testo completo in PDF

Matrimonio e famiglia. Limiti di competenza e profili di rilevanza dell’ordinamento comunitario - di Venerando Marano

SOMMARIO: 1. Unione europea e famiglia, ovvero la suggestione di un paradosso – 2. Gli interventi dell’Unione: a) strumenti a carattere normativo – 3. … b) interventi giuridicamente non vincolanti – 4. … c) indici giurisprudenziali – 5. Limiti di competenza e profili di rilevanza dell’ordinamento comunitario. Il contributo delle Chiese.

Scarica il testo completo in PDF

I “nuovi” diritti - di Marta Cartabia

SOMMARIO: 1. L’età dei “nuovi” diritti in Europa - 2. Nuovi assetti istituzionali dell’Europa dei diritti – 3. Due casi esemplari: il diritto al figlio e il diritto al matrimonio omosessuale - 4. I “nuovi” diritti come espressione della privacy e del principio di non discriminazione - 5. “Nuovi” diritti senza limiti - 6. A conclusione: alcuni spunti problematici.

Scarica il testo completo in PDF

Imposizione di una fede religiosa e maltrattamenti familiari. Famiglia, libertà e religione nella società d’oggi - di Raffaella Losurdo

SOMMARIO: 1. La sentenza n. 64 del 2010 e la fattispecie giuridica oggetto della stessa - 2. Libertà religiosa e famiglia - 3. Libertà religiosa e nuovi modelli familiari.

Scarica il testo completo in PDF

Nuove forme di obiezione di coscienza - di Vincenzo Turchi

SOMMARIO: 1. Nuove forme di obiezione di coscienza e nuove modalità di obiezioni di coscienza “tradizionali”. Casi dubbi di obiezione di coscienza - 2. Nuove prospettive dell’obiezione di coscienza al servizio militare - 3. L’obiezione di coscienza all’aborto farmacologico - 4. L’obiezione di coscienza in materia bioetica: procreazione medicalmente assistita; eutanasia; interventi di modificazione del sesso; codici di deontologia medica, infermieristica e ostetrica; sperimentazione su animali; leggi regionali in materia di metodiche diagnostiche e terapeutiche; “voto di coscienza” e questioni di bioetica - 5. Multiculturalismo e obiezione di coscienza. - 6. Unioni omosessuali e obiezione di coscienza - 7. Casi dubbi di obiezione di coscienza: astensione dal voto e obiezione di coscienza; “obiezione ecologica” e “obiezione ai consumi”; simboli religiosi e obiezione di coscienza; mendicità, stili di vita e obiezione di coscienza; delibazione delle sentenze canoniche di nullità matrimoniale versus divorzio come ipotesi di obiezione di coscienza - 8. Riflessioni conclusive.

Scarica il testo completo in PDF

Le ultime tendenze giurisprudenziali del Consiglio di Stato in materia ecclesiastica - di Paolo Moneta

SOMMARIO: 1. Gli insegnanti di religione nella scuola pubblica – 2. I docenti dell’Università cattolica – 3. Cerimonie ed attività di ispirazione religiosa nelle scuole – 4. Il crocifisso nelle aule scolastiche – 5. L’edilizia di culto – 6. Gli enti ecclesiastici – 7. L’accesso a documenti sanitari nelle cause di nullità di matrimonio – 8. Altri interventi del Consiglio di Stato: cappellani militari, velo islamico, finanziamento alle scuole non statali – 9. Osservazioni conclusive.

Scarica il testo completo in PDF

Identità culturale e regolazione dei rapporti di famiglia tra applicazioni giurisprudenziali e dettami normativi - di Rita Benigni

SOMMARIO: Premessa - 1. Identità culturale, diritti umani e principi costitutivi delle democrazie occidentali. Gli interventi europei e la Carta dei valori e della cittadinanza italiana - 2. La regolazione della famiglia tra diritto all’identità e modello socio-giuridico europeo. La poligamia, il ripudio, la dote - 3. Il motivo culturale nell’interesse della prole e del minore. I rapporti di filiazione e la kafalah - 4. (Segue) Il ricongiungimento familiare. L’abbandono ed i maltrattamenti del minore - 5. Cultural defenses e reati culturali: la tendenza all’esclusione nella giurisprudenza europea - 6. (Segue) Linee evolutive: l’accoglienza del motivo culturale nel sistema penale italiano e l’impegno internazionale contro i “crimini d’onore”.

Scarica il testo completo in PDF

Panorama di giurisprudenza europea sui c.d. reati culturalmente motivati - di Fabio Basile

SOMMARIO: Introduzione: la rilevanza prasseologica dei reati culturalmente motivati in Europa - 1. Violenze in famiglia: a) maltrattamenti e sequestri di persona a danno di familiari - 2. Violenze in famiglia (segue): b) sequestri di giovani donne, finalizzati ad imporre un matrimonio combinato - 3. Violenze in famiglia (segue): c) ‘soppressione’ dei familiari che si ribellano alle regole e al codice etico della famiglia d’origine - 4. Reati a difesa dell’onore: a) la vendetta di sangue - 5. Reati a difesa dell’onore (segue): b) omicidi a difesa dell’onore sessuale - 6. Reati a difesa dell’onore (segue): c) reati a difesa dell’onore personale (autostima) - 7. Reati di riduzione in schiavitù. - 8. Reati contro la libertà sessuale: a) violenze sessuali su ragazze minorenni - 9. Reati contro la libertà sessuale (segue): b) violenze sessuali su donne maggiorenni - 10. Mutilazioni genitali e tatuaggi ornamentali ‘a cicatrici’ (c.d. scarificazioni) - 11. Reati in materia di sostanze stupefacenti - 12. Inadempimento dell’obbligo scolastico - 13. Reati di terrorismo internazionale - 14. Altri reati commessi dall’immigrato in una situazione di errore sul fatto che costituisce il reato ovvero di errore sulla legge che prevede il fatto come reato - 15. “Pane e cioccolata”: quando l’imputato è un immigrato italiano - Chiusa.

Scarica il testo completo in PDF

“A chiare lettere” - Editoriali • Mogli e compagne: disuguali anche nella morte (di g. c.) - di Giuseppe Casuscelli

Molti, forse tutti, hanno provato un sentimento di pietà per la vicenda del tenente Lorenzo D’Auria, ferito gravemente in Afghanistan, riportato in Italia e ricoverato in stato di coma irreversibile presso l’ospedale militare del Celio, dove è stato tenuto in vita per mezzo di un respiratore artificiale. Su sollecitazione di un componente del Governo, stando alle notizie di stampa, e con il supporto di un generalizzato favore mediatico, un cappellano ospedaliero ha celebrato il matrimonio del D’Auria con la compagna Francesca, dalla quale, nel corso di una lunga e stabile convivenza, aveva avuto tre figli. La trascrizione del matrimonio “concordatario” nei registri dello stato civile ha consentito di “regolarizzare” la loro situazione dando luogo alla formazione di una “famiglia legittima”, con tutti gli effetti anche di ordine successorio conseguiti alla morte del tenente, sopravvenuta dopo poco. (Continua)
 

Scarica il testo completo in PDF

Considerazioni critiche sulla competenza del Tribunale ecclesiastico diocesano in tema di titoli nobiliari e di adozione - di Mario Ferrante

SOMMARIO: 1. Premessa - 2. Sulla competenza giudiziale del Tribunale diocesano perugino a decidere dell’acquisizione legittima di un titolo comitale - 2.1. Sulla pretesa origine di subcollazione pontificia del titolo - 3. Sugli effetti dell’adozione in diritto canonico - 4. Conclusioni.

Scarica il testo completo in PDF

Riflessioni sparse su “CUS”, “DICO”, e fenomeno religioso - di Antonio Fuccillo

SOMMARIO: 1. Società multietnica e multireligiosa, libertà fondamentali ed evoluzione della “famiglia” – 2. Unioni di fatto, crisi sociale della famiglia “tradizionale” e pluralismo sociale e religioso. Ipotesi di soluzione giuridica? – 2a. Profili “generali” – 2b. Profili “pubblicistici” – 2c. Riflessioni sulle più recenti proposte di legge (XV legislatura) in materia – 3. Libertà individuali e rapporti patrimoniali nell’ambito della famiglia naturale e multiculturale: in particolare gli accordi di convivenza – 4. I possibili profili successori nella famiglia naturale e di fatto e la loro rilevanza nella gestione dei rapporti personali (alcuni cenni) – 5. La “concorrenza tra ordinamenti” in materia di convivenza (alcune riflessioni operative).

Scarica il testo completo in PDF

“A chiare lettere” - Editoriali • “Una lotta religiosa è da evitare ad ogni costo”: ”equilibrio e prudenza” o “fermezza, prudenza e coraggio”? (di g.c.) - di Giuseppe Casuscelli

Finalmente sembrano stemperarsi le voci che negli ultimi mesi, in vista della presentazione alle Camere del disegno di legge per la regolamentazione delle convivenze di fatto, hanno acceso e alimentato il dibattito politico e mediatico sul problema “pregiudiziale” dei rapporti tra religione e politica, fede e diritto, valori religiosi e libertà civili, Chiesa cattolica e Stato italiano. I sostenitori del carattere laico della Repubblica democratica e i sostenitori del carattere irrinunciabile della famiglia fondata sul matrimonio hanno trovato compagni di viaggio di cui si immagina che avrebbero fatto volentieri a meno. Sul primo versante si sono levate voci scomposte di ritorsioni d’ordine economico o addirittura di denuncia dell’Accordo “craxiano” del 1984, come se la Costituzione nulla prevedesse in materia di rapporti dello Stato con la Chiesa cattolica. Sul secondo versante, un’insolita manifestazione di piazza ha reso palese la tentazione mal repressa di quest’ultima di entrare apertamente nell’agone della politica, anch’essa poco attenta a quel che la Costituzione dice in materia di distinzione degli ordini.

Scarica il testo completo in PDF

La carta dei “di.co.”: un sesquipedale bluff - di Arturo Maniaci

SOMMARIO: 1. Premessa. – 2. Ambito di applicazione e presupposti. – 3. I diritti contemplati. a) Visita ed assistenza sanitaria; decisioni in materia di salute; b) Successione nel contratto di locazione ed assegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica; c) Lavoro; d) Permesso di soggiorno; e) Diritti successori; f) Trattamenti previdenziali e pensionistici. – 4. I diritti espressamente riconosciuti in favore del convivente dall’ordinamento giuridico. – 5. I contratti fra conviventi. – 6. La libertà di convivere e la posizione della Chiesa cattolica. – 7. Le coppie omosessuali. – 8. Conclusioni.

Scarica il testo completo in PDF

La famiglia secondo lo Stato non è quella del diritto canonico - di Valerio Tozzi

SOMMARIO: 1. Necessità di riforme – 2. La diversità delle situazioni considerate. a) La domanda degli omosessuali di costituire la famiglia; b) Le unioni di fatto – 3. Notazione ecclesiasticistica - 4. La politica e la dottrina.

Scarica il testo completo in PDF

Educazione religiosa e tutela del minore nella famiglia - di Maria Luisa Lo Giacco

SOMMARIO: 1. Educazione religiosa e diritti dei genitori: le norme costituzionali e le richieste delle religioni - 2. Educazione religiosa del minore, crisi della famiglia ed affidamento dei figli - 3. Ipotesi di conflitto tra diritto-dovere dei genitori all’educazione religiosa dei propri figli e tutela del diritto alla salute dei minori: i trattamenti sanitari - 4. Educazione religiosa familiare e tutela della libertà religiosa dei minori nelle scuole: la questione dei simboli religiosi.

Scarica il testo completo in PDF