Rivista telematica (www.statoechiese.it)
Online dal gennaio 2007
Menu

“A chiare lettere - Editoriali” • 2021: sempre in attesa di una legge generale sulle libertà di religione, tra inadeguatezza e paura del cimento

SOMMARIO: 1. Uno sguardo preliminare - 2. La Francia e il progetto di legge “confortant le respect des principes de la République”: realtà sociale e volontà politica - 3. La crisi italiana della laicità e i suoi riflessi sul piano normativo - 4. La vana ricerca dell’attuale indirizzo politico in materia ecclesiastica delle forze di maggioranza nel governo nazionale e la deriva anti-islamista delle forze di opposizione - 5. La pretesa regionale di legiferare in materia di sicurezza e identità non supera il vaglio di legittimità costituzionale - 6. L’impegno della dottrina. la “proposta Astrid”, le critiche e la mancanza di progetti alternativi - 7. Preparare il futuro.

2021: always awaiting a general law on freedom of religion, between inadequacy and fear of the trial

ABSTRACT: While France wonders how the secular character of the Republic sholuld change, and President Macron presents a project to profoundly revise 1905 separation law (Loi concernant la Séparation des Eglises e de l’Etat), Italy is still tryng to update 1929 minority cults law (“sull’esercizio dei culti ammessi nello Stato”). The parties that should implement the sucularity principle and religion's freedom, don't have a clear political direction. However, preparing for the future is strictly necessary in these times of health, economic and social emergency.

Scarica il testo completo in PDF