Rivista telematica (www.statoechiese.it)
Online dal gennaio 2007
Menu

Articoli in Diritto ecclesiastico

Il Giudice italiano e le Università Pontificie: un “rapporto” controverso - di Settimio Carmignani Caridi

SOMMARIO: 1. Premessa - 2. Significatio verborum - 3. Dove ha la propria sede la PUL? - 4. Che rapporto c’è tra la PUL e la Santa Sede? - 5. La docenza universitaria ecclesiastica è funzione ecclesiale? - 6. La Santa Sede si è vista riconoscere in sede internazionale la sua competenza sulle università ecclesiastiche e pontificie? - 7. Inquadramento della materia così ricostruita nella normativa pattizia - 8. Conclusioni.

The Italian judge and the Pontifical Universities: a controversial relationship

ABSTRACT: The article examines the juridical status of the Roman Pontifical Universities and the jurisprudence of the Supreme Court of Cassation regarding employment relationships with institutions dependent on the Holy See.

Scarica il testo completo in PDF

Cerimonia di consegna dei volumi degli «Scritti in memoria di Maria Cristina Folliero “Rigore e curiosità”» - di AA. VV. (G. D'angelo e altri) Giuseppe D'Angelo Sara Domianello Giuseppe Fauceglia Enzo Maria Marenghi

SOMMARIO: Presentazione - Interventi di G. Fauceglia (ordinario di Diritto commerciale nell’Università degli Studi di Salerno) e di G. D’Angelo (associato di Diritto ecclesiastico e canonico nell’Università degli Studi di Salerno) - Relazioni - E.M. Marenghi (ordinario di Diritto amministrativo, già Preside della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Salerno), L’esperienza di Maria Cristina Folliero nella Facoltà giuridica salernitana - S. Domianello (ordinario di Diritto ecclesiastico e canonico nell’Università degli Studi di Messina), Il pensiero di Maria Cristina Folliero nell’ambito degli studi di Diritto ecclesiastico e canonico - Intervento conclusivo di A. Vitale (già ordinario di Diritto ecclesiastico e canonico nell’Università degli Studi di Salerno).

Scarica il testo completo in PDF

I rapporti con l’Islam italiano: dalle proposte d’intesa al Patto nazionale - di Claudia Morucci

SOMMARIO: 1. Breve premessa - 2. L’ininterrotto dialogo tra il Governo e le comunità islamiche italiane - 3. Il “Patto di condivisione” della Città di Torino e il “Patto nazionale per un Islam italiano” - 4. L’Italia e le misure di contrasto al terrorismo - 5. Conclusione.

The relationship with Italian Islam: from the proposals of ‘Intesa’ to the ‘Patto nazionale

ABSTRACT: According to statistics, Muslims living in Italy are currently just over 1.6 million. However, despite this significant presence of Muslims on the national territory, the vast world of Islamic associations has not yet managed to sign an Intesa, an agreement that religious minorities can establish to regulate their relations with the Italian state. The reasons why Islam does not have an agreement are mainly two: the absence of an authoritative subject, representative of Italian Islam, able to act as an interlocutor with state institutions and the incompatibility between Islamic cultural values and those of a secular state. Nevertheless, covering all the stages of dialogue between the Italian government and the Islamic associations from the nineties until the conclusion of the Patto nazionale (2017), this work aims to show that the condition of legal vacuum depends on unfounded prejudices towards Islamic culture and on the lack of political will to come to terms with Islam.

Scarica il testo completo in PDF

La riforma del Terzo settore e gli enti ecclesiastici: un rischio, un costo o un’opportunità? - di Andrea Perrone Venerando Marano

SOMMARIO: 1. La riforma del Terzo settore - 2. Enti ecclesiastici e riforma del Terzo settore - 3. Le condizioni per l’applicazione del regime del Terzo settore agli enti ecclesiastici - 3.1. Il regolamento - 3.2. Il patrimonio destinato - 3.3. La tenuta di scritture contabili separate - 4. Le possibili soluzioni organizzative - 4.1. Il “ramo” dell’ente ecclesiastico - 4.2. Il “gruppo” dell’ente ecclesiastico - 5. Una rete associativa per gli enti del Terzo settore ecclesiastici?

The reform of non-profit organizations and Church bodies: a cost, a risk or an opportunity?

ABSTRACT: While many institutional activities of Church bodies fall within the scope of the recent reform of Italian law on non-profit organizations ("NPOs"), the specific features of Church bodies prevent from a straightforward application of the new regime. Therefore, the Code for the Third Sector and the Act on Social Enterprises allow Church bodies to access the tax exemptions and the other benefits provided to NPOs as far as they comply with a set of conditions aimed at bridging the differences between Church bodies and secular NPOs. The paper (1) discusses in details these conditions, (2) offers a critical evaluation of costs, risks, and opportunities related to the new regime, and (3) suggests possible organizational structures to comply with the current system.

Scarica il testo completo in PDF

Multiculturalism, multireligiosity and relations between the State and religious organizations - di Marco Parisi

Summary: 1. Introduction - 2. Constitutional project of ecclesiastical politics and cultural resistance to a correct interpretation of the fundamental provisions of freedom - 3. Secularity of the legal system, religious pluralism and human freedoms.

ABSTRACT: The problems that derive from the growing multicultural and multi-religious characterization of our society raise a number of questions regarding the difficulties encountered in identifying rules of coexistence that could be genuinely respectful of the ideal and spiritual dimension of the human person. In particular, it is in question the ability of the system of bilateral agreements between the State and the religious organizations to really enhance the individual religiosity, which is constitutionally protected in its instrumentality for the promotion and growth of the human being. Several doubts also concern the discretionary and political selection, exercised by public authorities, of religious organizations deserving an access to bilateral regulation of relationships. In a more and more plural and heterogeneous social reality, the exclusion from the special legislation of the newly established spiritual groups in the country does not seem to be respectful of a neutral and correct interpretation of the constitutional dictate.

Scarica il testo completo in PDF

Ultimissime dalla giurisprudenza in materia di reati culturalmente motivati - di Fabio Basile

SOMMARIO 1. Considerazioni introduttive - 2. La definizione dottrinale di “reato culturalmente motivato”, e le sue “sotto-categorie” prasseologiche - 3. La giurisprudenza relativa a reati a elevata offensività - 4. La giurisprudenza relativa a reati a bassa offensività - 5. La sentenza Cass. n. 29613 del 2018. - 6. Verso un test culturale come architrave motivazionale? - 7. Considerazioni finali.

Latest News from Jurisprudence on Culturally Motivated Crimes

ABSTRACT:  The author, after having clarified the notion of culturally motivated crime consolidated in doctrine, analyzes the recent Italian jurisprudence on the topic, representing the general coordinates provided by the Court of Cassation to the interpreter in the presence of this type of crimes.

Scarica il testo completo in PDF

Postfazione alla seconda edizione del volume di Piero Bellini, Principi di diritto ecclesiastico - di Sergio Lariccia

SOMMARIO: 1. Un piccolo volume destinato a uso degli studenti universitari e dei candidati ai concorsi pubblici (carriera direttiva) - 2. Il diritto ecclesiastico negli anni settanta - 3. Sette capitoli, inseriti in due parti e un’Appendice, sulla Natura dei Patti lateranensi.

Scarica il testo completo in PDF

Il Codice del terzo settore: punto di arrivo o di partenza per la palingenesi degli enti religiosi? - di Antonino Mantineo

SOMMARIO: 1. Riordino o riforma del Terzo Settore? - 2. Il contributo che possono offrire gli ecclesiasticisti e i canonisti alla riflessione - 3. La traiettoria: dalla legislazione bilaterale sugli enti cattolici al diritto comune sugli enti religiosi - 4. L’art. 20 Cost.: una lettura rinnovata in una prospettiva sistemica - 5. La legge n. 222 del 1985 rimane apripista della legislazione statale in ottica promozionale e pluralista - 6. Intese dello Stato con le confessioni e collegamento/coincidenza tra le attività di religione o di culto e le attività “diverse” - 7. Superamento “di fatto” della specialità della legislazione bilaterale sugli enti religiosi - 8. Alcune osservazioni critiche sul Codice del Terzo Settore - 9. Un diritto comune sugli enti religiosi nell’ottica dell’interesse generale? - 10. Una nuova mission per gli enti cattolici sollecitata dalla Chiesa di Papa Francesco.

The Third Sector Code: arrival point or starting point for the religious bodies’ palingenesis?

ABSTRACT: Adopted on July 2017, the Third Sector Code promotes social groups to guarantee the constitutional principles of pluralism, participation, social solidarity, substantial equality. The essay analyses what are the most important innovations and the critical issues of Third Sector’s reform, in the law and religion’s perspective and in the canon law’s perspective. Indeed, this legal reform raises fundamental questions, involving Third Sector bodies, that are, at the same time, religious bodies, such as the importance to have in our legal system a general law for religious bodies. Furthermore, Pope Francis’ teaching recalls an ethic dimension in the economic activities for the Catholic bodies.

Scarica il testo completo in PDF

Poteri disciplinari della gerarchia ecclesiastica e diritto penale dello Stato (a proposito del rinvio a giudizio del Vescovo di Prato) - di Piero Bellini

SOMMARIO: I. Premessa. - 2, 3, 4, 5. Concorrenza del diritto dello Stato e della Chiesa a qualificare i medesimi comportamenti: possibili conflitti. - 6, 7, 8, 9. Valutazione canonistica del problema. Illiceità del matrimonio civile fra cattolici. Questione dei limiti concordatari ai poteri punitivi dei superiori ecclesiastici in Italia. Valutazione della questione sotto il profilo dell’opportunità canonica. - 10, 11, 12, 13. Sua valutazione statualistica. Posizione del diritto della Chiesa rispetto a quello dello Stato. Natura del rapporto fra fedele e superiore ecclesiastico pel nostro ordinamento. Conseguenze. - 14, 15, 16, 17. Delimitazione del jus libertatis Ecclesiae. Limiti funzionali. - 18. Limiti obiettivi. - 19. Conclusione.

Scarica il testo completo in PDF

“Rigore e curiosità. Scritti in memoria di Maria Cristina Folliero”. Motivazioni e contenuti - di Giuseppe D'Angelo

1 - Avendo il compito di presentare gli Scritti, debbo provare ad andare oltre l’affetto, oltre la commozione. Anche perché proprio la professoressa Folliero non mi avrebbe certo perdonato smarginamenti.

E allora, desidero anzitutto ringraziarvi, ringraziare questa Università, i Colleghi di questa Università e ringraziare in particolar modo l’ADEC nella persona del Presidente e dei componenti del Direttivo per avere pensato a questo Atto accademico in memoria della professoressa Folliero e avervi incluso, affidandomela, la presentazione degli Scritti a Lei dedicati. Ringrazio Gianni Cimbalo, per la ricostruzione puntuale e avvertita del profilo scientifico della studiosa, il toccante ricordo della persona e per le emozioni che ha rinnovato, credo non soltanto a me.

Scarica il testo completo in PDF

Tra libertà di religione e istanze di sicurezza: la prevenzione della radicalizzazione jihadista in fase di esecuzione della pena - di Daniela Milani Alessandro Negri

SOMMARIO: 1. Carcere e religione - 2. Pluralismo religioso e istanze di sicurezza - 3. Strategie di contrasto al proselitismo e alla radicalizzazione jihadista - 4. Gli ‘indicatori sulla radicalizzazione’ - 5. Le questioni aperte: prevenzione e de-radicalizzazione - 6. Cosa fare.

Between religious freedom and security issues: the prevention of jihadist radicalisation in prison

ABSTRACT: Faith constitutes an essential aspect of prison life. Its relevance has been emphasised in recent times because of the religious pluralism that characterises the current prison population. In this scenario, the rise of jihadist terrorism has shed light on the problem of radicalisation in prison, already known and studied by the experts, which poses new challenges for policymakers, prison staff, and detainees. Prison Administration has been focused on religious freedom, its boundaries and its relationship with religious extremism and has already adopted some measures to combat and monitor jihadist proselitism in Italian prisons. This paper provides an overview of these anti-radicalisation strategies in prisons, highlighting unresolved issues. These include the lack of an integrated plan with regards to prevention of radicalisation and de-radicalisation, not limited by the prison context. This paper further highlights the challenges in devising policies that address security concerns without sacrificing religious freedom and diversity, as provided for by the Constitution.

Scarica il testo completo in PDF

Matrimonio e famiglia tra laicità e libertà religiosa - di Giuseppe Dalla Torre

SOMMARIO: 1. Premessa: la necessaria precedenza della libertà religiosa sulla laicità - 2. Radici etico-religiose del matrimonio, libertà religiosa e origini del matrimonio civile - 3. Il matrimonio civile: tra neutralità e ideologia - 4. Ritorno del fenomeno religioso nell’età della secolarizzazione: ricadute in materia matrimoniale - 5. La restituzione di matrimonio e famiglia alla società civile e alla religione - 6. La (ri)conquista di spazi di “diritto personale” e ritorno alla disciplina religiosa del matrimonio - 7. Diritto alla tutela dell’identità e “princìpi non negoziabili” dello Stato democratico. Conclusioni.

Marriage and family between secularism and religious freedom

Abstract: Given that between secularism and religious freedom there is a relationship of instrumentality of the first compared to the second, in the essay there’s a recall to the ethical-religious roots of the marriage’s legislation, which, starting from the Protestant Reformation and then from the French Revolution has undergone a process of secularization and secularism with the birth of the civil marriage. It is a process that has been motivated (also) by reasons of religious freedom, but which has led, by the State, to the subtraction of the marriage’s subject from the society. Today there is a substantial return from the state to the society of the discipline about the various forms of life and family communions, and this, in a religiously pluralistic society, involves (also) the return of the marriage to the religion.

Scarica il testo completo in PDF

I delitti contro il sentimento religioso: tra incriminazione dell’opinione e tutela della libertà di manifestazione del pensiero - di Fabio Basile

SOMMARIO: 1. Premessa: il vilipendio quale “reato d’opinione” - 2. L’evoluzione dei delitti contro il sentimento religioso - 3. (segue): la riforma del 2006 - 4. La sentenza della Corte costituzionale n. 188 del 1975 - 5. L’esercizio del diritto di libera manifestazione del pensiero quale causa di giustificazione (art. 51 c.p.) - 6. Le più recenti applicazioni della giurisprudenza di legittimità - 7. Chiusa.

Are the crimes against religious sentiment compatible with the exercise of freedom of expression?

ABSTRACT: The crimes against religious sentiment, provided by the Italian Criminal Code, are mainly framed as “crimes of opinion”. Therefore, it should be ascertained whether and how those crimes are compatible with the exercise of freedom of expression, guaranteed as a fundamental right by Art. 21 of the Italian Constitution. The paper provides an overview of the jurisprudence – of ordinary courts and the Constitutional Court – and of the legislative evolution since 1930s about the crimes against religious sentiment.

Scarica il testo completo in PDF

Uguaglianza nella diversità. Identità religiose e democrazia costituzionale - di Marco Parisi

SOMMARIO: 1. Introduzione - 2. Disegno costituzionale e rigidità politico-normative: quale strada per una equilibrata disciplina del fenomeno religioso? - 3. Conclusioni.

Equality in diversity. Religious identities and constitutional democracy

ABSTRACT: The entry into force of the new system after the fall of fascism did not constitute the resolutive element to mark a decisive turning point in the Italian ecclesiastical politics, with the implementation of a system of reforms in religious matters consistent with the innovative will of the institutional change that occurred in the Country. The consequence is that, seventy years after the adoption of the Republican Constitutional Charter, many normative provisions still conform to the inspiring principles of the fascist system, and there are many impediments to the concrete realization of the principles of freedom and democracy, with serious damage for the enjoyment of constitutional guarantees by spiritual minorities. With the approval of a general legislation on religious interests, the equal enjoyment of the fundamental rights could be achieved, both for individuals and for groups, within a framework of definitive overcoming of the fascist penalizing legislation and of fixation of the regulatory law criteria of the various treatments to protect spiritual specificities.

Scarica il testo completo in PDF

Enti ecclesiastici e Terzo settore. Annotazioni prospettiche - di Giuseppe Dalla Torre

SOMMARIO: 1. 1. Nuovi orizzonti - 2. Un caso positivo di secolarizzazione - 3. Codice del Terzo settore e iniziative caritative della comunità ecclesiale - 4. Opportunità aperte da un’alternativa - 5. L’azione caritativa tra diritto speciale e diritto comune.

ABSTRACT: Except for the matter of the clergy sustenance, the current discipline of the Concordat on ecclesiastical institutions is still affected, in spite of everything, by the conditioning deriving from juridical schemes dating back in time, which sacrifice and make precarious their solidarity activities. The fall of the diffidence of the Italian legal system towards the initiatives between the State and the Market, and therefore the recent reform of the Third sector with the enhancement of the non-profit organization’s activities, represent a precious opportunity for the charitable initiatives of the ecclesial communities.

Scarica il testo completo in PDF

Enti della Chiesa e diritto secolare - di Paolo Cavana

SOMMARIO – I. Parte descrittiva: 1. Gli enti della Chiesa: varietà e distinzioni - 2. Enti ecclesiastici e ordinamenti secolari tra dimensione istituzionale e associativa - 3. La disciplina degli enti nelle due codificazioni canoniche - 4. Gli enti della Chiesa tra concordati e diritto comune - 4.1. Sistemi concordatari o di collaborazione - 4.1.1. Area tedesca - 4.1.2. Area latina - 4.2. Sistemi separatisti - 4.2.1. Area francofona - 4.2.2. Paesi di tradizione anglosassone - 4.2.3. Modelli a confronto - II. Parte ricostruttiva: - 5. Elementi di novità nel regime degli enti nel diritto secolare - 5.1. Pluralismo, libertà religiosa e laicità dello Stato - 5.2. Gruppi religiosi e appartenenza confessionale - 5.3. Crisi del sistema delle fonti - 5.4. Evoluzione del concetto di persona giuridica - 5.5. Crisi della distinzione tra enti pubblici ed enti privati - 5.6. Sviluppo del Terzo settore - 5.7. Effetti ulteriori della globalizzazione - 6. Fattori evolutivi nell’ordinamento ecclesiale ed enti ecclesiastici - 6.1. Forme organizzative e modello codificatorio - 6.2. Persone giuridiche ed enti nella Chiesa - 6.3. Modelli di amministrazione interna - 6.4. Istituti religiosi - 6.5. Riforma delle strutture ecclesiali: le diocesi e le parrocchie - 6.6. Riforma delle strutture ecclesiali e autonomia statutaria - 6.7. Attività svolte in forma commerciale e finanziarie - 7. Osservazioni conclusive.

Entities of the Church and Secular Law

ABSTRACT: This paper deals with the complex relationship between Catholic Church entities and secular law, which has always had great relevance and impact on the canonical discipline of such institutions. After some preliminary remarks about the juridical status of Church institutions in canon law across the centuries, from the ius vetus to the 1917 Codex and the current Code of Canon Law (1983), the paper compares their current regulation in secular law within the most important legal traditions in the West, emphasizing pros and cons of each legal system. In the second part, it focuses on the impact of some recent trends that emerge from the evolution of both secular and canonical legal systems and concern the regulation of Church institutions and of Church-related institutions. It then draws some conclusive remarks on the need to update their inner structure and administrative rules.

Scarica il testo completo in PDF

Quando la religione si interseca con la tutela di genere: quale impatto sulle dinamiche dell’accoglienza? (prime osservazioni a margine di Cass., sez. I, 24 novembre 2017, n. 28152) - di Adelaide Madera

SOMMARIO: 1. Fenomeno migratorio, istanze di protezione internazionale e risposte degli ordinamenti europei - 2. Riconoscimento dello status di rifugiato e fattore religioso - 3. La recente pronunzia n. 28152 del 2017 della Corte di Cassazione - 4. La valorizzazione della prospettiva di genere nel sistema di protezione internazionale - 5. L’intersezione religione/genere quale pivot di una protezione rafforzata di soggetti particolarmente deboli.

The Intersection between Religion and Gender Protection: Which Impact on the Dynamics of Hospitality? (Preliminary Remarks to Court of Cassation, Section I, 24 November 2017, No. 28152)

ABSTRACT: The intersection between immigration, citizenship, integration in the EU countries is a challenging topic for scholars and religion is becoming a crucial factor. Transnational space allows the development of new meanings, negotiation of identities, interaction of religious actors and practices and integration/participation has an impact on the identity of migrants. The increase of migrations from non-European countries, and the impact of new religious needs underlines the question of whether religious belonging is a factor of either empowerment or disempowerment in the host society. At the same time, migrations in an era of economic crisis emphasize skepticism and hostility towards Islamic groups; refugees and asylum seekers, and the questions connected with international protection have become other controversial issues, contributing to the development of a growing anti-immigrant attitude. Modern democracies are expected to offer answers to increasing demands of international protection; at the same time international protection is becoming a strategic tool to obtain hospitality in European countries, and to avoid the limits connected  to access for economic reasons. Recent Italian case law witnesses the development of a gender-sensitive perspective and focuses on the increasing link between religion, gender and international protection.

Scarica il testo completo in PDF

Soggettività tributaria e tassabilità delle attività d’impresa nei luoghi religiosi - di Laura Sabrina Martucci

SOMMARIO: 1. Attività d’impresa degli enti religiosi: il contenzioso come indicatore di performance del sistema italiano delle esenzioni - 2. L’endiadi ente/attività nella giurisprudenza: un caso recente - 3. I centri culturali islamici e i Gurdwara sikh: dalla indefinibilità alle soggettività del terzo settore - 4. Segue: La particolare difficoltà di qualificazione delle attività d’impresa nei luoghi di culto islamici - 5. Attività e accesso alle agevolazioni tributarie: la non discriminazione attraverso il Codice del Terzo settore (CTS) - 6. Segue: Le APS islamiche: la positiva esperienza nel Comune di Torino rispetto alla riconoscibilità dei soggettivi passivi tributari - 7. L’autonomia imperfetta, o secondo diritto comune, degli enti delle religioni prive di intesa.

Tax subjectivity and taxability of business activities held in religious places

ABSTRACT: The activities of ecclesiastical institutions, different from those of worship and religion and carried out by entrepreneurial method and rules of the free market, are subject to ordinary taxation. Otherwise, according to our Supreme Court and the European Court of Justice, they would go against the ban of so called incompatible state aid (art. 107, § 1, TFEU), as the status that every national law acknowledges to a artificial person is irrelevant. The Islamic cultural centers, the Sikh Gurdwara are generally in a limbo with a possible discrimination in the enforcement of the regulation under art. 8 of the Constitution. This paper, however, points out a few associative models, that the ecclesiastical institutions could implement so that their religious places can enjoy at least the common exemptions.

Scarica il testo completo in PDF

Lo ‘sbattezzo’, tra libertà religiosa e norme implicite. Spunti di diritto comparato - di Maria Chiara Ruscazio

SOMMARIO: 1. Considerazioni introduttive - 2. Il quadro normativo - 3. Le soluzioni giurisprudenziali - 4. Riflessioni conclusive.

The ‘debaptism’, between religious freedom and implicit rules. Hints of comparative law

ABSTRACT: The problem of cancellation from baptismal registers seems to have come to a final solution, thus being no more interesting. Nonetheless, it can still be useful to analyse it from a comparative point of view. The study of the various solutions proposed by the different legal systems allows finding out ‘implicit’ juridical principles, which condition the interpretation and the implementation of positive rules. It can be especially remarked a convergence of arguments and results between legal systems formally inspired to distinct models of State-religions’ relationship - such as the French and the Italian legal systems. This convergence highlights the existence, at a latent level, of common cultural conceptions of the religious experience, fashioned by the Christian religious paradigm; these conceptions tend to shape the concrete contents of both the right to religious freedom, and the right to personal identity, protected by personal data laws.

Scarica il testo completo in PDF

Diritto ecclesiastico e ius canonicum nel “Digesto italiano” Utet (1884-1921) - di Matteo Carnì

SOMMARIO: 1. Introduzione - 2. Il “Digesto Italiano” Utet - 3. I lemmi ecclesiasticistici e canonistici nel “Digesto Italiano” Utet - 4. Osservazioni conclusive.

State law on religion and canon law in the “Digesto italiano” published by Utet (1884-1921).

ABSTRACT: This paper aims to clarify the history of “Digesto Italiano”, a famous legal encyclopedia published by “Utet”, Italian publishing house in Turin. A special attention is given to the vocabulary words relating to the canon law and State law on religion.

Scarica il testo completo in PDF

Per una ri-generazione degli studi ecclesiasticisti: non dalla ‘fine’ ma da un ‘nuovo inizio’ - di Salvatore Berlingò

SOMMARIO: 1. “Qualcosa di nuovo … anzi d’antico” per vivere la transizione? - 2. La crisi del diritto ecclesiastico e la ri-generazione ideale del diritto - 3. L’impegnativa condivisione di una laboriosa exit-strategy.

Scarica il testo completo in PDF

Medicina di frontiera nel Mediterraneo multietnico, tra pluralismo etico, culturale e normativo - di Alberto Marchese

SOMMARIO: 1. Premessa: flussi migratori e problematiche sanitarie, una nuova sfida per la pacifica convivenza nel Mare nostrum - 2. Tutela della salute e normativa di riferimento: profili etico-giuridici - 3. Stranieri regolari e irregolari - 4. L’assistenza sanitaria per i “richiedenti asilo” - 5. Gli stranieri temporaneamente presenti (S.T.P.) - 6. Gli apolidi e i rifugiati per motivi politici - 7. Alcune notazioni conclusive.

Scarica il testo completo in PDF

La libertà di religione in Italia dieci anni dopo - di Nicola Colaianni

SOMMARIO: 1. Indivisibilità delle libertà – 2. Imprescindibilità della giurisdizione – 3. Libertà negativa: a) legislazione – 4. (segue:) b) giurisdizione – 5. Libertà positiva – 6. Pluralismo – 7. Diritto ecclesiastico futuro.

Scarica il testo completo in PDF

Vivere la transizione. La fine del monopolio delle scienze ecclesiasticistiche e la difficoltà di gestire le nuove dimensioni del fenomeno religioso - di AA. VV. (S. Ferrari e altri) Silvio Ferrari Giovanni B. Varnier Giuseppe Casuscelli Giovanni Cimbalo Daniela Milani Antonio Fuccillo Salvatore Berlingò Domenico Bilotti Luigi Mariano Guzzo Maria Gabriella Belgiorno de Stefano Vittorio Parlato Mario Ricca

Giovanni Battista Varnier, L'insegnamento delle scienze ecclesiasticistiche tra mali antichi e mali nuovi: un confronto ma senza scontri

SOMMARIO: 1. L’insegnamento universitario delle scienze ecclesiasticistiche - 2. Le trasformazioni della società e la regolamentazione giuridica del fenomeno religioso – 3. Le nuove dimensioni della ricerca 4. La realtà accademica – 5. Le possibili risposte.
.
 

Scarica il testo completo in PDF

Il cammino delle libertà e del pluralismo, dieci anni dopo - di Natascia Marchei

Il titolo di questo incontro mi riporta, per un verso, e in prima battuta, al momento in cui, dieci anni fa, il Professore Giuseppe Casuscelli comunicò a tutti i suoi allievi l’idea (che forse nutriva già da qualche tempo) di realizzare una rivista telematica sui temi della libertà religiosa e del pluralismo confessionale. A quel tempo, benché non così lontano in termini cronologici, le riviste telematiche - nell’ambiente accademico e forse non solo in questo - erano ancora considerate una ‘bizzarria’ e, certamente, ritenute dai più una soluzione editoriale di rilievo scientifico quantomeno non primario.
La carta era ancora la carta, insomma, e le cose serie, scientificamente serie intendo, non si scrivevano sul web ma sulla carta, anche se i tempi di pubblicazione erano sempre più lunghi, i costi dell’editoria molto elevati e la divulgazione degli scritti difficile in quanto limitata a un piccolo circolo di persone. (continua)

Scarica il testo completo in PDF

Non c’è più religione! né diritto. E noi? Riflessioni a margine dell’indagine sullo stato della disciplina IUS 11 (a.a. 2016/17) - di Pierluigi Consorti

SOMMARIO: 1. Introduzione - 2. I dati del macrosistema universitario - 3. L’offerta formativa giuridica - 4. Le nostre responsabilità - 5. L’organico attuale e prospettive - 6. Gli insegnamenti - 7. I dottorati - 8. Le scuole di specializzazione - 9. I cultori della materia - 10. Appendice: l’abilitazione scientifica nazionale.

Scarica il testo completo in PDF

La Corte costituzionale torna protagonista dei processi di transizione della politica ecclesiastica italiana? - di Angelo Licastro

SOMMARIO: 1. Due sentenze che rompono un silenzio durato un decennio – 2. La portata del principio affermato dalla sentenza n. 52 del 2016: dal riconoscimento del “diritto a negoziare” l’intesa alla (ribadita) insindacabilità dell’atto di avvio delle trattative – 3. Le ragioni poste a base della decisione della Corte – 4. La libertà di culto di fronte alla rinnovata attenzione per le esigenze di “sicurezza” della collettività nella sentenza 63 del 2016 – 5. “Eguale libertà” vs “libertà diversamente graduata” – 6. I riflessi della pronunzia n. 52 del 2016 sul problema della qualificazione del gruppo come “confessione religiosa” – 7. Le oscillazioni della Corte in tema di “laicità” e le criticità emergenti del diritto ecclesiastico italiano.

The Constitutional Court once again the leading character of the transition processes of the Italian ecclesiastical politics?

ABSTRACT: The present essay analyses the impact of the 2016 Constitutional Court judgements n. 52 and n. 63 on the very “identity”of Italian Ecclesiastical Law, which is characterized by the principles of secularism, equal freedom of religious denominations and by a system of agreements aimed at regulating the specifities of the different religious groups. According to the Author, because of the inactivity of the Legislator, the Constitutional Court is compelled to play a substitute role in searching a satisfactory balance between all these elements and the very settlement of some basic trends in Ecclesiastical Law, as such a subject has to face increasingly new challenges and emerging problems in the management of the religious factor.

Scarica il testo completo in PDF

“A chiare lettere” - Confronti • I CARE: anche gli ecclesiasticisti nel loro piccolo s’oppongano (di Nicola Colaianni) - di Nicola Colaianni

Per la terza volta in questi primi tre lustri del nuovo secolo saremo chiamati a pronunciarci sull’ennesima riforma costituzionale omnibus: 40 articoli su 85 della seconda parte della Costituzione. Il carattere puntuale delle revisioni è ormai una pagina sbiadita dei manuali universitari: infatti, nel linguaggio corrente si parla senz’altro di riforma, non di revisione, della Costituzione. E quello sul referendum oppositivo, il 138, è un altro articolo vintage , dal momento che a chiedere il referendum sono anche gli stessi parlamentari che hanno approvato la “riforma”: per ottenerne una conferma dal corpo elettorale, formalmente non necessaria (dato che se chi si oppone alla revisione non chiede il referendum quella s’intende tacitamente approvata dal corpo elettorale) ma politicamente utile a dimostrare che il popolo è con il governo.

Scarica il testo completo in PDF

L’insegnamento, l’insegnamento del diritto, l’insegnamento del diritto ecclesiastico. La lezione del Maestro e altre lezioni - di Luciano Zannotti

SOMMARIO: 1. La lezione del Maestro – 2. … e altre lezioni.

Scarica il testo completo in PDF

Religious Values and Conflict of Laws - di Sara Tonolo

Summary : 1. Preliminary Remarks - 2. Religious values and nationality - 3. Electio iuris and religious values - 4. Public policy and religious values - 5. The Conventional approach - 6. Conclusive Remarks.

ABSTRACT: The wide evolution of private international law is currently recalling attention to the general aspects of the discipline. Europeanization and globalisation of sources of private international law do not preclude the chance that conflict of laws should also deal with individual identities. To the extent that the European systems have hitherto offered to the application of foreign laws, we are faced with the problem of survival in Europe of an idea of the personality of laws. In fact it’s generally accepted that conflict of laws faces the individual identities of people involved in international relations. Cultural identity may be considered collective and individual at the same time, because each member of the group has an identity of its own. Religious values contribute to defining the cultural identity of individuals: be it in Europe or other countries, cultures, values, civilization, religion, are never absent from the solutions of personal status. Stepping back from the analysis of some cases where religious values are relevant, this Article aims at a theoretical analysis of the subject, involving the contrast between value pluralism, conflict of laws and fundamental rights.

Scarica il testo completo in PDF

Diritti degli individui e diritti delle coppie in materia familiare - di Sergio Lariccia

SOMMARIO: 1. La nozione del matrimonio come coniunctio maris et foeminae e i diritti di ogni individuo di essere se stesso e di vivere e di morire, senza ingiustificate pressioni ed oppressioni da parte dei poteri politico e religioso - 2. Sentimenti, culture e tradizioni in tema di diritto di famiglia - 3. Diritti che piacciono e diritti che non piacciono - 4. I diritti degli individui e delle coppie omosessuali come diritti da prendere sul serio.

Scarica il testo completo in PDF

A chiare lettere: Transizioni • L’otto per mille nella nuova relazione della Corte dei Conti: spunti per una riforma (di g.c.) - di Giuseppe Casuscelli

La Corte dei Conti - organo neutrale, autonomo e indipendente sia dal Governo sia dal Parlamento, con il compito istituzionale di sottoporre a controllo la gestione delle risorse pubbliche allo scopo di “perseguire l’utilizzo appropriato ed efficace dei fondi pubblici, la ricerca di una gestione finanziaria rigorosa, la regolarità dell’azione amministrativa e l’informazione dei poteri pubblici e della popolazione tramite la pubblicazione di relazioni obiettive” -, per la seconda volta ha reso pubblica, di agevole accesso e di piana comprensione la «Relazione concernente la “ Destinazione e gestione dell'8 per mille: le misure consequenziali finalizzate alla rimozione delle disfunzioni rilevate ”» . Così facendo, la Corte ha osservato in concreto la regola dell’efficienza e della trasparenza amministrativa, e ha proseguito nell'intento informativo avviato con la pubblicazione della relazione dello scorso anno, confermandolo e rafforzandolo ... (continua)

Scarica il testo completo in PDF

Prevenire, punire, riparare: la responsabilità personale tra diritto dello Stato e diritto della Chiesa - di Maria Antonietta Foddai

SOMMARIO: 1. Introduzione – 2. Pluralismo della "responsabilità" – 3. Significati – 4. Williams e i materiali universali della responsabilità. – 5. "La responsabilità" e "le responsabilità". Una proposta di ridefinizione: "responsabilità-soggezione" e "responsabilità per ruolo" – 6. Responsabilità-soggezione – 7. Responsabilità per ruolo – 8. Significati di "ruolo" – 9. Il meccanismo "accettazione–riconoscimento" - 10. "Responsabilità per ruolo" e responsabilità giuridica – 11. La Chiesa “hierarchica communio” – 12. Ruoli e responsabilità tra diritto dello Stato … – 13. ... e diritto della Chiesa – 14. La responsabilità canonica tra diritto e morale – 15. Gli abusi: la giustizia che non ripara - 16. Giustizia riparativa: verso un nuovo diritto della responsabilità.

ABSTRACT: The scandal of sexual abuse of children by the Catholic clergy has focused attention on the theme of responsibility and its functions in our society. This paper explores two concepts of responsibility, distinguishing between a retrospective responsibility and a prospective responsibility. The first one corresponds to a punitive legal model adopted in our legal system. The second one is congruent to a restorative model of justice, which is emerging as a new paradigm within criminal law. This paper considers the particular conditions and forms of responsibility in canon law, in comparison with the secular legal model. The conclusion is that the responsibility in Church law is a retrospective one, focused on punishment of the offender rather than the needs of the victim.

Scarica il testo completo in PDF

Risorse economiche pubbliche e Chiesa cattolica: due nodi al vaglio dei giudici - di Giovanni Di Cosimo

SOMMARIO: 1. Limiti – 2. Finanziamento diretto – 3. Finanziamento indiretto - 3.1 Esenzioni – 3.2 Interpretazioni – 3.3 Quote – 3.4 Rimborsi – 3.5 Contributi - 4. Finanziamento apparente – 5. Due nodi.

Scarica il testo completo in PDF

L’istituto della responsabilità in regime di pluralismo giuridico - di Sara Domianello

SOMMARIO: 1. La prova di sostenibilità/insostenibilità delle differenze – 2. Le indicazioni ricavabili dalla casistica emergente: a) in merito al rilievo civile da assegnare alla qualifica confessionale dell’agente – 3. Segue: b) in merito al rispetto da parte dello Stato laico della specificità del “diritto della responsabilità canonica” – 4. Breve elogio della responsabilità “dimezzata”.

Scarica il testo completo in PDF

I ministri di culto delle confessioni religiose di minoranza: problematiche attuali - di Matteo Carnì

SOMMARIO : 1. I ministri di culto nell’ordinamento giuridico italiano - 2. I ministri di culto delle confessioni religiose dotate di intesa - 2.1. (segue) L’individuazione dei ministri di culto - 2.2. (segue) L’assistenza spirituale nelle strutture segreganti - 2.3. (segue) Il matrimonio celebrato dai ministri di culto - 2.4 (segue) Problematiche attinenti ai ministri di culto buddhisti – 3. I ministri di culto delle confessioni prive di intesa - 3.1. (segue) In attesa della legge di approvazione: i ministri di culto della Congregazione cristiana dei Testimoni di Geova - 3.2. (segue) Islam e ministri di culto - 4. Osservazioni conclusive.

Scarica il testo completo in PDF

L’insegnamento religioso nella scuola pubblica è compatibile con un modello politico liberale? Uno sguardo alla legislazione italiana - di Salvatore Taranto

SOMMARIO: 1. Il problema dell’insegnamento religioso negli Stati liberaldemocratici – 2. I connotati essenziali e distintivi delle teorie liberali – 3. Neutralismo esclusivo e inclusivo. La configurabilità di una sfera sociale – 4. Sulla compatibilità dell’insegnamento religioso con i principi liberali – 5. Uno sguardo alla normativa italiana di settore

Scarica il testo completo in PDF

Religion contributions nella sfera pubblica: uno sguardo critico alla lettura di Jeremy Waldron - di Andrea Romeo

SOMMARIO: 1. Il dibattito sul ruolo delle voci religiose nella sfera pubblica – 2. La peculiare strategia di Jeremy Waldron: theoretical authorities e practical authorities - 3.- Implicazioni metaetiche e operative dell’appello alle theoretical authorities – 4. Il problema dell’inintelligibilità delle argomentazioni religiose – 5. Dall’inintelligibile all’universalizzabile. Le ragioni di un sostanziale fraintendimento.

Religion Contributions in the public sphere : a critical reading to the position of Jeremy Waldron

ABSTRACT: The article focuses on the Jeremy Waldron’s lecture of the relationship between religion and democracy . Waldron argues that in public deliberations religious citizens can refer directly to religious arguments making reference to the "theoretical authority” of religion. The religious commandments would be worth , in the field of morality, like Paul Krugman’s theories in the field of economy; so when, in the political public square, arguments based on religious beliefs are produced it sounds equivalent to make calling, exclusively, to the "theoretical authority" of religion, not certainly to his authority practice.

Scarica il testo completo in PDF

Discriminazione e propaganda religiosa nel diritto calcistico - di Maria Cristina Ivaldi

SOMMARIO: 1. Cenni introduttivi a proposito degli ordinamenti sportivi – 2. La rilevanza del fattore religioso nel diritto sportivo – 3. La FIFA tra divieto di discriminazione e assenza di ulteriori norme specifiche di rilevanza religiosa – 4. La neutralità UEFA. La previsione congiunta dei divieti di discriminazione e propaganda anche religiosa – 5. La FIGC e le statuizioni nella materia de qua . La punizione della blasfemia – 6. Conclusioni interlocutorie. La regola 4 delle Laws of the Game tra divieto di propaganda e permesso di indosso di copricapi religiosi.

Discrimination and religious propaganda in football law

ABSTRACT : After a brief review over sport legal system, the paper deals with the relationship between religion and sport, in a juridical perspective. First in general and then with regards of football at international, supranational and national level (FIFA; UEFA and FIGC), focusing on the ban of religious discrimination and the most recently interdiction of religious propaganda. Before concluding with some regards on the almost changed rules 4 of the “Laws of the Game” – that concurrently on the one hand allows head covers (hijab and turban) and on the other prohibits to reveal undergarments that show also religious slogans, statements or images, or advertising other than the manufacturer logo – the essay focuses on the peculiarity FIGC prescription to punish the use of blasphemy since 2010.

Scarica il testo completo in PDF

Costituzione e fenomeno religioso - di Sergio Lariccia

SOMMARIO: Premessa - 1. I primi anni dell’Italia democratica - 2. La costituzione italiana del 1948. Attuazione/inattuazione della carta costituzionale - 3. Poteri e libertà della chiesa cattolica in Italia: dal riconoscimento dei poteri alla garanzia delle libertà. Principio di relatività delle valutazioni giuridiche. Indipendenza e sovranità dello stato nell’ordine civile - 4. La revisione concordataria del 1984 – 5. Potere civile e potere religioso nel secolo XXI. Il perseguimento dell’obiettivo di una più compiuta democrazia negli ordinamenti statali. Per il superamento del concordato in Italia - 6. Una proposta di revisione della costituzione.

ABSTRACT: The Author evaluates the consequences resulting from the confirmation, at the assembly of 1946-7, of the intangibility of the Lateran Pacts of 1929; specifies the reasons that, after the constitution of 1948 came into effects, have caused the failure of the reform of the legislation concerning the relations between the state and religious confessions; proposes the approval of a law of constitutional revision composed of four articles.

Scarica il testo completo in PDF

L’eredità della scienza ecclesiasticistica - di Enrico Vitali

Scarica il testo completo in PDF

Il piacere di dialogare sui contenuti della disciplina civile dei fenomeni religiosi - di Valerio Tozzi

Andrea Zanotti, autorevole canonista ed ecclesiasticista, ha recensito di recente i l volume , a cura di Gianfranco Macrì, Marco Parisi e mia, dal titolo Diritto e religione . Le recensioni sono manifestazioni di interesse, specialmente quando sono critiche, e quindi consentono di aprire una discussione pubblica sulle idee e i contenuti dell’opera esaminata. Nel caso in questione, poi, siamo in presenza di una sorta di scatola cinese, perché il volume recensito è, a sua volta, una discussione su quattro volumi, che presentano un titolo simile e contenuti di idee non uguali, ma che hanno ormai un’attenzione e diffusione che non possono essere ignorati da chi si dichiara studioso.  (continua)

Scarica il testo completo in PDF

Centocinquant’anni di diritto canonico ed ecclesiastico nelle Università italiane. Prefazione - di Enrico Vitali

SOMMARIO: 1. I perché di una ricognizione storica – 2. Alcune indicazioni – 3. Alcune date importanti – 4. Dal Concordato del 1929 alla Costituzione repubblicana – 5. I nuovi indirizzi costituzionalistici – 6. La denominazione e le sorti del diritto ecclesiastico.

Scarica il testo completo in PDF

“A chiare lettere” - Editoriali • Abilitazioni e imparzialità dei commissari: polemiche, aspirazioni e realismo, tra idealità e dimenticanze (di g.c.) - di Giuseppe Casuscelli


SOMMARIO: 1. I fatti – 2. L’avvio della querelle – 3. La replica, le perplessità e le conseguenti decisioni - 4. Il fardello delle ideologie e le dimenticanze del passato – 5. Appartenenze dei commissari, imparzialità e neutralità dei giudizi – 6. Quali “controlli di neutralità”?
 

Scarica il testo completo in PDF

Riflessioni sull’evoluzione metodologica delle discipline Diritto ecclesiastico e Diritto canonico, dal 1929 a oggi - di Vittorio Parlato

SOMMARIO: 1. La metodologia internazionalista e storicista: rilevanza del diritto canonico - 2. Il metodo pubblicistico e la legislatio libertatis - 3. La metodologia comparatista in campo statale e religioso - 4. Le nuove tematiche legate a principî confessionali.

Scarica il testo completo in PDF

Il fatto religioso e la nascita della biopolitica - di Domenico Bilotti

SOMMARIO: 1. Attualità e rilevanza della riflessione foucaultiana – 2. La disciplina del fatto religioso qualificante di un ordinamento giuridico costituzionale – 3. La dimensione globale dell’appartenenza religiosa e la crisi della sovranità statuale – 4. L’assenza e l’eccesso di legislazione: caratteristiche strutturali della biopolitica – 5. Prime conclusioni: laicità e confessionismo in quanto strumenti del governo.

ABSTRACT: Michel Foucault’s inner perspective about the relationships between the strength of power and common life still represents an interesting point of view to analyse the concepts of legitimacy and individual behaviour in our societies. This essay tries to underline how Foucault described a system of rules not only focused on economics and politics, but a complex theoretical construction to take a look at religious beliefs and their effects into a modern juridical order.

Scarica il testo completo in PDF

Concordati e intese, diritto pattizio e diritto comune: le diverse possibili declinazioni dinanzi alle trasformazioni delle confessioni religiose e della società civile - di Giovanni B. Varnier

SOMMARIO: 1. Una riflessione introduttiva – 2. La crisi della sovranità e dello Stato nazionale – 3. Lo sbandamento della Chiesa cattolica – 4. La finalità più sociale che cultuale del fenomeno religioso – 5. L’antinomia tra enunciato e comportamenti – 6. I paradossi della contemporaneità e il conseguente superamento delle sistematiche tradizionali – 7. Il contributo della dottrina ecclesiasticistica – 8. La necessità di fare il punto, con la speranza di ripartire – 9. Per un diverso regolamento della normativa relativa al fenomeno religioso.

Scarica il testo completo in PDF

Cosa intendo per “Disciplina democratica della libertà di pensiero e di religione” - di Valerio Tozzi

SOMMARIO: 1 – Esigenza di nuova lettura del “progetto costituzionale” in materia di diritti di libertà di pensiero e di religione – 2. Gli articoli 8 e 7 della Costituzione, disciplinando il fenomeno delle confessioni religiose, sono un sotto-sistema nel Progetto generale di disciplina dei fenomeni religiosi – 3. Il ri-pensamento del Progetto costituzionale nella nostra materia postula l’emanazione di una legge di sua attuazione qui e oggi, alla luce dell’evoluzione dei tempi e della formulazione aperta dei principi costituzionali – 4. Anche i contenuti della disciplina contrattata fra confessioni religiose e Stato devono rientrare nei margini della “legalità costituzionale” – 5. Garanzie minime per le organizzazioni delle collettività religiose e di pensiero. La legge generale auspicata deve eliminare ogni forma di discrezionalità politica nella tutela delle forme organizzate della religiosità – 6. Il ri-pensamento che proponiamo dovrà anche riguardare il rapporto che deve intercorrere fra tutela delle libertà di tutte le forme associative filosofiche o della religiosità e la tutela delle libertà individuali, ripensando anche il rilievo giuridico civile dell’appartenenza soggettiva all'organizzazione della collettività – 7. Il metodo democratico richiede una rivisitazione di molte delle principali discipline di merito vigenti nella ns. materia, da operarsi ove possibile, operando con modalità consentite al legislatore ordinario, che non inciampino nella incostituzionalità per violazione delle norme di derivazione pattizia, ma fungendo anche da parametro della corretta applicazione del "progetto costituzionale", per evidenziare gli effetti distorsivi di alcune parti della normazione contrattata con le confessioni religiose; a) Celebrazione di matrimonio religioso con effetti civili; b) La disciplina giuridica delle organizzazioni della religiosità collettiva; c) Il finanziamento pubblico del fenomeno religioso; d) la bioetica.

Scarica il testo completo in PDF

“A chiare lettere” - Editoriali • La pretesa del silenzio (di Giuseppe Dalla Torre) - di Giuseppe Dalla Torre

Incredibile: sull’ultimo numero di questa rivista appare l’articolo di un collega docente universitario che insinua la tesi per cui i docenti dell’Università Cattolica del Sacro Cuore non dovrebbero far parte, come invece previsto dalla legge, delle commissioni di concorso pubblico per il reclutamento della docenza universitaria. La ragione è presto detta: la loro appartenenza religiosa e l’obbligo di mantenerla, che qualifica il loro inserimento in un Ateneo cattolico, farebbe dubitare della loro imparzialità, principio essenziale nell’esercizio di pubblici uffici, in particolare in uno Stato laico. (Continua)

Scarica il testo completo in PDF

Associazioni ed enti in una solidarietà in crisi: le risposte del diritto canonico e del diritto ecclesiastico - di Giuseppe Casuscelli

Intenderò la solidarietà non come carità d’intonazione religiosa, né come liberalità d’intonazione laica, ma quale dovere giuridico secondo la prescrizione dell’art. 2 Cost.: un dovere inderogabile che conforma l’agire nelle sfere della politica, del sociale, dell’economia, e che vincola all’adempimento persone fisiche, formazioni sociali, istituzioni di ogni tipo e livello, per il rifiuto opposto dai costituenti a ogni concezione individualista o corporativa della società. (Continua)
 

Scarica il testo completo in PDF

L’ingresso dei musei ecclesiastici nel novero dei beni culturali: alcune riflessioni nella prospettiva del diritto costituzionale - di Antonello Denuzzo

SOMMARIO: 1. L’autonomia ex art. 33 della Costituzione quale carattere necessario dell’istituzione museale – 2. L’utilità sociale dei musei ecclesiastici – 3. Le fonti canonistiche – 4. L’introduzione della sussidiarietà orizzontale come traguardo culturale – 5. Volontariato culturale e micro-sussidiarietà.

The admission of ecclesiastic museums in cultural heritage: some reflection in constitutional law perspective

ABSTRACT: Since museum reached its public function, as the people museum, management problems have emerged for the difficult compatibility between works of art and mass visits, for the lack of resources, for the relative difficulties of conservation and preservation, for the typical characteristics of museums, that are structured as private building and not to be opened to a various public. So we have to outline appropriate and productive management forms, to state coordinating techniques with other cultural or not cultural institution, to solve interpretation problems that stress the current management. On the other hand it is important to improve the quality of personnel and to increase the appropriate service structures to make an analysis of users needs and to simplify, with marketing and communication methods and instruments too, the access of collectivity to museums. With these perspectives, individual contribution and the help of little voluntary associations, which are promoted and supported, can give in the field of museums a micro-subsidiarity perspective, that can be even tested.

Scarica il testo completo in PDF

La politica ecclesiastica dell’Italia post-unitaria: un modello post-Westphaliano - di Alessandro Ferrari

SOMMARIO: 1. Premessa - 2. La separazione … immaginata – 3. La separazione … possibile – 4. Un limite della politica liberale: lo scoglio del pluralismo giuridico – 5. Il lascito della politica ecclesiastica liberale: una mediocritas di ampio respiro

Scarica il testo completo in PDF

La tutela delle esigenze religiose - di Isabella Bolgiani

SOMMARIO: 1. Gli interessi religiosi nella Costituzione - 2. La rappresentanza delle esigenze religiose tra centro e periferia - 3. Il principio di tutela della libertà religiosa nella tavola dei valori costituzionali - 4. La collaborazione tra pubblici poteri ed autorità religiose quale chiave di volta del sistema - 5. L’apporto offerto dal principio di sussidiarietà.

The protection of the religious needs

ABSTRACT: The study of ecclesiastical law is frequently focused on ecclesiastical and civil authorities and on their boundaries of action. In this way it is underestimated how many issues could be overcome simply by looking at the ultimate aim of these laws: the protection of the religious interests of the citizens. To offer an exact definition of those needs is undoubtedly not a simple matter. Therefore you should refer to the freedom of religion (Constitution, article 19) and to the correct declination of the complex
principles guaranteeing the religious right in our Constitution.
 

Scarica il testo completo in PDF

L’inopportunità di provvedimenti mirati e per singoli temi in prospettiva di riforma dei limiti della legislazione vigente in materia di libertà religiose - di Valerio Tozzi

SOMMARIO: 1. L'approvazione parziale delle intese già sottoscritte con i precedenti Governi e la proposta politica di Alessandro Albisetti – 2. Le perplessità sulla proposta di una legge di settore – 3. Specifica assenza di giustificazioni giuridiche al mantenimento di regimi differenziati dei matrimoni religiosi – 4. Necessità di perseguire un metodo generale e unitario di disciplina dei fenomeni religiosi da applicare a ogni settore – 5. La impraticabilità di una politica legislativa costituzionalmente adeguata e le sue cause.

Scarica il testo completo in PDF

Religione e costituzionalismo occidentale. Osmosi e reciproche influenze - di Francesco Alicino

SOMMARIO: 1. Introduzione. – 2. I presupposti teologici. – 3. Tendenza teocratica, ma visione profana dei fenomeni normativi. – 4. La doppia faccia della secolarizzazione. – 5. Il costituzionalismo (medievale) cristiano. – 6. Le origini del costituzionalismo occidentale. Fra apolitismo radicale … – 7. (segue) … e messianismo temporale e rivoluzione scientifica. – 8. Westfalia (1648): la territorializzazione del diritto religioso. – 9. La nuova religione della perfetta ragione. – 10. Dalla fine della sovranità westfaliana, al secondo dopoguerra … – 11. … (segue) e alla questione islamica di questo secolo.

ABSTRACT: During the long history of the Western Legal System, Christian religion has been playing a key role in defining some of the pillars of modern constitutionalism. This is evident in respect to important constitutional principles like, for example, the notion of “person”, as established in the article 6 of the 1948 Universal Declaration of Human Rights (“Everyone has the right to recognition everywhere as a person before the law”). At the same time, some theological notions of medieval constitutional thought represented the political pedestal of the absolute sovereignty of the State, which is antithetical to the logic of constitutional legal system. With this article, the Author analyses the way some theological notions of Christianity have been “secularized” – and then “codified” – in the Western constitutional States, influencing the pillars of contemporary democracies. This could explain, for example, why the legal instruments carrying out the relationship State-Churches in certain Western democracies do not work very well as they did in the past. In fact, from time to time, these instruments have been able to create the conditions for a proper interaction – an  “overlapping consensus”  – between religious groups and public authorities as well as an acceptable balance between universal principles of Western constitutionalism and ethnic-cultural-religious differences. Nowadays, however, these same instruments seem to fail. Precisely because immigration and today’s multicultural societies see masses of people that come to Western Countries with their religious identities and, sometimes, with a global perspective which complicates the century old tension  between universal principles – launched by the history of the Western constitutionalism – and the current cultural-religious belongings.

Scarica il testo completo in PDF

Brevi riflessioni su appartenenza e rappresentanza. L’attenzione dell’ordinamento statale al rapporto tra individui e soggetti collettivi religiosi di appartenenza - di Valerio Tozzi

SOMMARIO: 1. Presentazione delle problematiche - 2. Rappresentatività e rappresentanza degli interessi della popolazione - 3. Interessi della popolazione e sistemi istituzionali di rilevazione - 4. Appartenenza a collettività organizzate e tutela degli interessi individuali o minoritari - 5. Responsabilità degli studiosi nella società democratica.

Scarica il testo completo in PDF

Laicità in progress: conclusioni generali - di Raffaele Coppola

SOMMARIO: 1. Le diverse soglie della laicità – 2. Prevalenza della libertà sulla laicità: i presupposti sistematici – 3. I parametri della relatività – 4. Alcune prospettive per lo studio del diritto ecclesiastico.

The Principle of Secularism (laicità) “in Progress”. General Conclusion

ABSTRACT: Like the previous national meetings, from the sessions of this Conference one may appreciate the worthwhile link between the academic-scientific experience and the juridical-jurisprudential experience. The homogeneity of contents (as revealed by the academic doctrine) together with the relativity of substantial values (strictly related to the conceptions of liberty, secularism and equality) is not necessary due to be translated into different models of State-religions relationship. The concrete use of normative systems is a clear example of that. These are in fact results that emerge from both the public relevance of religious phenomena and the outcomes given by the overview of legislative works; as the main Italian scholars have already underlined at the national and international level, including the European area.

Scarica il testo completo in PDF

Il paradigma della continuità come chiave di lettura dei rapporti tra Stato e Chiesa in Italia - di Giuseppe Dalla Torre

SOMMARIO: 1. Una premessa di metodo – 2. Un problema italiano; un problema non solo italiano - 3. I Patti Lateranensi come sviluppo della Legge delle Guarentigie – 4. La novazione costituzionale – 5. La revisione concordataria del 1984 – 6. Conclusioni.

Scarica il testo completo in PDF

“A chiare lettere” - Editoriali • Un 11 febbraio particolare: Chiesa contro giudici? (di Nicola Colaianni) - di Nicola Colaianni

Che il recente riposizionamento della giurisprudenza in materia di delibazione delle sentenze ecclesiastiche di nullità matrimoniale non potesse incontrare il favore della Chiesa, e in particolare della Santa Sede, era del tutto scontato. Che però il dissenso venisse espresso in apicibus con un editoriale di spalla sull’Osservatore romano dell’11 febbraio, anniversario dei patti lateranensi, costituisce un atto di rottura della diplomazia dei rapporti di assoluta novità. Senza giri di frase, invero, l’editoriale non firmato (e perciò al massimo grado autorevole) formula senz’altro il capo d’accusa: “certi orientamenti della giurisprudenza (...) rischiano di svuotare di contenuto l’articolo 8 del Concordato”. (Continua)

Scarica il testo completo in PDF

Delibazione delle sentenze ecclesiastiche e (prolungata) convivenza tra i coniugi - di Natascia Marchei

SOMMARIO: 1. Premessa: le questioni sostanziali sottostanti – 2. Le oscillanti (ma non troppo) posizioni della giurisprudenza di legittimità fino alla sentenza delle Sezioni Unite 18 luglio 2008, n. 19809 - 3. I recenti interventi della Corte di Cassazione (la sentenza delle Sezioni Unite 18 luglio 2008, n. 19809 e la sentenza della I sezione 20 gennaio 2011, n. 1343) - 4. Brevi considerazioni conclusive.


 

Scarica il testo completo in PDF

Le prospettive della dottrina e dello studio del regime giuridico civile della religione - di Valerio Tozzi

SOMMARIO: 1. Il compito della dottrina – 2. Necessità di un’evoluzione nel metodo di approccio ai problemi della religiosità sociale – 3. Esempi di sussistenza del metodo criticato nella dottrina e nella legislazione: a) l’otto per mille; b) il riconoscimento degli effetti civili al matrimonio religioso; c) l’insegnamento scolastico della religione – 4. Le materie eticamente sensibili: a) l’interruzione volontaria della gravidanza; b) la procreazione assistita; c) accanimento terapeutico ed eutanasia - il testamento biologico – 5. Conclusioni.

Scarica il testo completo in PDF

L’esperienza delle riviste di “diritto matrimoniale” in Italia (1934-1968) e la partecipazione degli ecclesiasticisti e canonisti - di Maria d'Arienzo

SOMMARIO: 1. Premessa – 2. La “Rivista di diritto matrimoniale italiano e dei rapporti di famiglia” (1934-1954) – 3. La “Rivista del diritto matrimoniale e dello stato delle persone” (1958-1968) – 4. Conclusioni.

Scarica il testo completo in PDF

The Universal Constitutionalism in an Age of Religious Diversity. Western Secularism Tested by “New” Cultural Conflicts - di Francesco Alicino

SUMMARY: 1. Introduction – 2. Relation-Collaboration between the State and Churches in Constitutional Democracies – 3. The laicité à la française Tested by a Deprivatised Religious Process – 3.1. The French Rigid Secularism. Freedom (of Religion) through the State – 4. Canada’s Open Secularism. The Question of Religious-Based Family Law Disputes – 4.1 Reasonable Accommodation and “New” Religious Nomoi Groups – 5. Collaboration-Relation between the State and Churches in Italy – 5.1. The Italian Secularism Tested by the New “Religious Geography” – 6. Conclusion.

ABSTRACT: Under the pressing process of immigration and globalisation many Western constitutional democracies have moved from a number of religions, sharing a common culture, to today's age of diversity. As opposed to the past, the current democracies are facing the lack of overlapping consensus over the basic constitutional laws: namely, the meaning and the scope of freedom of religion, secularism, the separation Church-State, equal treatment and the rule of law. This is because individuals often come to adopt their basic values by very different ways. The nature, scope and force of such values are likely to be affected by competing and, sometimes, contested fundamental values and worldviews. From here stems the pressing tension – or dilemma – between “unity” and “diversity”. This essay starts with general considerations about the freedom of religion principle, strictly related with the “separation” as well as “collaboration” between secular States and Churches; then the author analyses three case-studies (France, Canada and Italy), pointing out some specific legal approaches. In particular he focuses the analyses over the French “droit commun”, the Italian ecclesiastic law and the Canadian arbitral tribunals that, especially in family law, allow disputes to be arbitrated using religious jurisdictions.

Scarica il testo completo in PDF

I “nuovi” diritti - di Marta Cartabia

SOMMARIO: 1. L’età dei “nuovi” diritti in Europa - 2. Nuovi assetti istituzionali dell’Europa dei diritti – 3. Due casi esemplari: il diritto al figlio e il diritto al matrimonio omosessuale - 4. I “nuovi” diritti come espressione della privacy e del principio di non discriminazione - 5. “Nuovi” diritti senza limiti - 6. A conclusione: alcuni spunti problematici.

Scarica il testo completo in PDF

Il diritto ecclesiastico oggi: la territorializzazione dei diritti di libertà religiosa - di Giovanni Cimbalo

SOMMARIO: 1. La mutata presenza delle religioni sul territorio - 1.1. L’appartenenza a un’area cultural-religiosa come fattore identitario - 1.2. La nascita, il matrimonio, la sepoltura, le abitudini alimentari, l’etica e la bioetica come tematiche riconducibili all’area sociologica di afferenza religiosa - 1.3. Le feste religiose, la celebrazione del culto e l’edificio di culto come strumenti e luoghi di aggregazione della comunità - 1.4. Crocefisso e simboli religiosi come marcatori culturali del territorio - 2. I mutamenti nella composizione dei gruppi religiosi in Italia - 2.1. L’aumento della componente ortodossa e la presenza dei greco-cattolici - 2.2. I mussulmani dell’Est Europa - 2.3. I mussulmani di origine araba e quelli provenienti dall’oriente - 2.4. I culti d’oriente - 3. Pluralismo religioso: forme organizzate e condivise della laicità.

Scarica il testo completo in PDF

Libertà religiosa e competenze amministrative decentrate - di Angelo Licastro

SOMMARIO: 1. Crisi dello Stato nazionale e multilevel governance – 2. L’assenza, a livello periferico, di assetti normativi consolidati riguardanti la materia ecclesiastica – 3. Disarticolazione delle funzioni sovrane e garanzie di attuazione dei valori costituzionali – 4. Le competenze decentrate in un sistema organizzato in senso federale – 5. Garanzia dei “livelli essenziali” delle prestazioni e diritto fondamentale di libertà religiosa – 6. L’interpretazione del nuovo art. 117, secondo comma, lett. c), Cost. – 7. La specificità della “riserva” allo Stato in materia di “rapporti” con le Confessioni religiose – 8. Le potenziali “aperture” legate al nuovo criterio di autonoma ripartizione delle funzioni amministrative – 9. Il caso del decentramento di funzioni amministrative in materia di edilizia di culto – 10. Interessi religiosi “meramente locali” e “declinazione locale” di interessi primari riguardanti l’esperienza religiosa – 11. Pluralismo religioso, sussidiarietà verticale e garanzie per le minoranze – 12. Gli attuali scenari e i possibili futuri sviluppi.

Scarica il testo completo in PDF

L’evoluzione del diritto comune in materia religiosa nella legislazione nazionale - di Paolo Moneta

Sommario: 1. Premessa – 2. La legislazione sulle confessioni religiose – 3. I beni culturali – 4. Gli enti ecclesiastici e gli enti di utilità sociale – 5. La tutela penale – 6. La bioetica – 7. Gli insegnanti di religione e la tutela della riservatezza – 8. Osservazioni conclusive.

Scarica il testo completo in PDF

Diritto ecclesiastico ed attuazione costituzionale tra de-formazione e proliferazione delle fonti - di Giuseppe Casuscelli

SOMMARIO: 1. Le fonti del diritto ecclesiastico oggettivo e l’affiorare dell’esigenza dell’attuazione costituzionale – 2. “Quale” attuazione costituzionale? – 3. Lo “stato dell’arte” delle fonti. La proliferazione … – 4. … e la de-formazione – 5. La “storia della lotta tra le fonti del diritto” - 6. … e gli specifici problemi del diritto ecclesiastico – 7. La riduzione della complessità e delle contraddizioni del “sistema” e lo strumento dell’abrogazione legislativa – 8. Il deludente esito della “semplificazione legislativa“ – 9. Il ritorno alla “disarmonia” e la sua accentuazione - 10. L’oscurità e l’incompletezza delle norme sulla produzione giuridica oggi in vigore – 11. La necessità di una riforma di rango costituzionale per l’ordinata produzione delle fonti.

Scarica il testo completo in PDF

Autonomia del diritto ecclesiastico? - di Giuseppe Leziroli

Molti anni or sono, quand’ero studente nella Facoltà di Giurisprudenza della Università di Ferrara, ricordo che, per poter sostenere l'esame di diritto ecclesiastico, bisognava aver superato in precedenza l'esame di diritto canonico. Successivamente questa regola fu ammorbidita nel senso che l'esame di diritto ecclesiastico comprendeva buona parte del corso di diritto canonico. Ovvero, veniva meno la propedeuticità del diritto canonico, sostituita però da un programma di diritto ecclesiastico infarcito obbligatoriamente da notevoli parti di diritto canonico. La giustificazione portata sosteneva che non era possibile comprendere a fondo gli istituti del diritto ecclesiastico non avendo conoscenza degli istituti del diritto canonico. Si trattava in effetti di una proiezione del diritto canonico nel diritto statale nel quale e attraverso il quale si inverava. Le norme costituzionali relative al fatto religioso erano semplicemente accennate nei testi istituzionali e avevano la funzione prevalente e forse unica di offrire una copertura al sistema del diritto ecclesiastico. (Continua)

Scarica il testo completo in PDF

Le ultime tendenze giurisprudenziali del Consiglio di Stato in materia ecclesiastica - di Paolo Moneta

SOMMARIO: 1. Gli insegnanti di religione nella scuola pubblica – 2. I docenti dell’Università cattolica – 3. Cerimonie ed attività di ispirazione religiosa nelle scuole – 4. Il crocifisso nelle aule scolastiche – 5. L’edilizia di culto – 6. Gli enti ecclesiastici – 7. L’accesso a documenti sanitari nelle cause di nullità di matrimonio – 8. Altri interventi del Consiglio di Stato: cappellani militari, velo islamico, finanziamento alle scuole non statali – 9. Osservazioni conclusive.

Scarica il testo completo in PDF

Il riformismo legislativo in diritto ecclesiastico e canonico: aspetti internazionalistici - di Luciano Musselli

SOMMARIO: 1. L’oggetto di indagine ed i suoi limiti. L’argomento ed i suoi problemi di fondo - 2. Il matrimonio canonico e concordatario nel quadro del diritto internazionale privato – 2.1. La rilevanza del matrimonio canonico – 2.2. Le decisioni ecclesiastiche di nullità, il Concordato ed il diritto internazionale privato – 2.3. Problematiche attinenti la dimensione giuridica europea - 3. Il problema delle sentenze straniere di divorzio a connotazione religiosa - 4. I beni culturali religiosi ed il diritto internazionale – 5. Organi ed enti della Santa Sede e della Chiesa cattolica e problematiche di diritto internazionale – 6. Conclusioni.

Scarica il testo completo in PDF

Dialogo interreligioso e sistema italiano delle Intese: il principio di cooperazione al tempo della post-democrazia - di Maria Cristina Folliero

SOMMARIO: 1. Premessa: cooperazione e sussidiarietà come fattori di accelerazione dei processi nazionali e comunitari di integrazione tra ordinamenti politici e religioni - 2. Gli attori in campo in Italia - 2.1: le Chiese e le diverse valenze della ripresa del dialogo interreligioso - 2.2: Lo Stato tra go and stop nella nuova stagione delle Intese che non decolla - 2.2.1: delle nuove leggi sulla libertà religiosa, delle Carte dei Diritti e dell’Integrazione, delle Consulte e dei Comitati per l’Islam italiano e altri rimedi – 3. Conclusioni interrotte.

Scarica il testo completo in PDF

Giurisprudenza costituzionale e diritto ecclesiastico nei primi anni duemila - di Alessandro Albisetti

SOMMARIO: 1. I problemi – 2. Le prospettive.

Scarica il testo completo in PDF

Danno e responsabilità da esercizio del ministero pastorale - di Angelo Licastro

SOMMARIO: 1. L’interesse episodico degli studi tradizionali di diritto ecclesiastico per le tematiche legate all’istituto della responsabilità – 2. Il sistema della responsabilità civile e la tipica apertura interdisciplinare della moderna disciplina del diritto ecclesiastico – 3. L’avvio della riflessione dottrinale sul danno «esistenziale» da lesione del diritto di libertà religiosa – 4. La particolare «responsabilità» dell’agire per la Confessione religiosa e la definizione della sfera tipica delle funzioni ministeriali – 5. I caratteri della responsabilità da atti illeciti connessi con l’esercizio del ministero pastorale – 6. Il caso degli abusi sessuali su minori all’interno delle istituzioni ecclesiali – 7. Gli orientamenti della giurisprudenza statunitense – 8. Gli sviluppi più recenti in ordine alla questione della proponibilità di azioni legali direttamente nei confronti (della Santa Sede e) dello Stato della Città del Vaticano – 9. I peculiari doveri di vigilanza attribuiti al Vescovo dal diritto canonico e il problema della loro rilevanza civile nell’ordinamento italiano – 10. L’inesistenza di una «posizione di garanzia» del Vescovo nei confronti delle condotte abusive dei sacerdoti – 11. L’esclusione di una responsabilità (indiretta) del Vescovo per fatto altrui – 12. Le ipotesi di responsabilità per «fatto proprio» – 13. I limiti di estensione della responsabilità all’ente ecclesiastico – 14. La responsabilità civile da inesatto adempimento delle modalità estrinseche di esercizio delle funzioni ministeriali.

Scarica il testo completo in PDF

Tra autonomia e sussidiarietà: contenuti e precedenti delle convenzioni a carattere locale tra Chiesa e Istituzioni pubbliche - di Andrea Bettetini

SOMMARIO: 1. Premessa. Autonomia delle confessioni religiose e relazioni istituzionali (apicali e di base) con il potere politico – 2. Da una concezione verticistica a una concezione plurale delle relazioni tra religione e Stato. Il principio di sussidiarietà – 3. La competenza delle regioni in materia religiosa. La riforma del tit. V Cost. e il soddisfacimento degli interessi locali – 4. Gli accordi tra Regioni amministrative e Regioni ecclesiastiche. Tentativi di dialogo e attuale legittimazione – 5. Autonomia delle confessioni e forme di legittimazione alla stipula di intese in materia di beni culturali e di assistenza spirituale – 6. Le “nuove” materie di accordo a livello regionale. Il protagonismo sussidiario della società civile – 7. Conclusioni. Rilievo pubblico dei soggetti sociali religiosi, nuove forme pattizie decentralizzate e principio di sussidiarietà.

Scarica il testo completo in PDF

L’avventura della libertà (La recezione della Dignitatis humanae nel postconcilio) - di Nicola Colaianni

SOMMARIO: 1. Il contesto esterno – 2. Il contesto interno – 3. La recezione conciliare – 4. False e vere novità – 5. La rimozione post-conciliare – 6. La recezione postconciliare – 7. La recezione per il futuro.

Scarica il testo completo in PDF

Brevi considerazioni in merito a una recente lettura - di Maria Fausta Maternini

La raccolta di studi di diritto ecclesiastico e canonico, che fanno parte di questo interessantissimo volume, abbraccia un ampio spazio temporale, dalla metà degli anni settanta fino ad oggi, e mantenendo la freschezza innovativa della ricerca ci dà uno spaccato dell’evoluzione dottrinale che ha avuto la disciplina. L’A. tocca i più svariati argomenti, con il rigore scientifico che lo ha sempre distinto, riuscendo a permettersi in tempi recentissimi perfino un’analisi del rapporto tra Svevo ed il diritto canonico, del tutto insolita ed estremamente nuova per la nostra disciplina, in cui con grande sensibilità coglie nell’opera letteraria di Svevo un interesse particolare per le tematiche giuridiche e specifica tamente per il binomio diritto internazionale e diritto canonico, così come era stato tratteggiato dal Santi Romano. (continua)
 

Scarica il testo completo in PDF

“A chiare lettere” (a proposito di un intervento) - di Mario Tedeschi

L’intervento di Massimo Jasonni sul degrado del diritto ecclesiastico e sulla crisi della disciplina evidenziata da Giuseppe Casuscelli, mi sembra meriti particolare attenzione. Secondo Jasonni la crisi è indiscutibile ma non riguarda solo la disciplina quanto una “larga parte dell’Università italiana”, anche in seguito alle “sciagurate riforme legislative in atto” che hanno umiliato la scuola pubblica a vantaggio di quella confessionale. Quanto all’altra osservazione di Casuscelli che la disciplina non sia intervenuta “su temi pratici e attuali del rapporto tra Stato e Chiese”, attestandosi su “tematiche lontane dalla vita e dallo scontro sociale”, quali la libertà di religione e di coscienza, Jasonni non ritiene che ciò risponda al vero e che l’appello della ricerca, id est della materia, si sia impoverito. (Continua)
 

Scarica il testo completo in PDF

Il concordato come modello di analisi normativa nell’evoluzione degli ultimi trent’anni di relazioni Stato - Chiesa - di Germana Carobene

SOMMARIO: 1. Il concordato come strumento nomologico del diritto ecclesiastico - 2. Strutturazione normativa dell’istituto nella sua fase attuale - 3. Configurazione giuridica degli accordi concordatari e collegamento strutturale ai trattati internazionali - 4. L’Accordo con il Brasile del 14 novembre 2008. Considerazioni conclusive.

Scarica il testo completo in PDF

Il diritto ecclesiastico “vivente” nella giurisprudenza della Corte di Cassazione - di Raffaele Botta

SOMMARIO: 1. Il ruolo della Corte di cassazione – 2. La giurisdizione ecclesiastica matrimoniale – 3. Le conseguenze economiche della dichiarazione di nullità di un matrimonio canonico trascritto – 4. Il filtro dell’ordine pubblico – 5. Un nuovo orientamento – 6. Le questioni processuali – 7. Trattamento tributario e rapporti di lavoro – 8. I diritti fondamentali – 9. Temi di minore impatto e bilanciamento tra diritto di libertà religiosa e diritti fondamentali.

Scarica il testo completo in PDF

Il sistema di accordi con la Chiesa cattolica e l’incidenza delle fonti unilaterali statuali - di Giuseppe Dalla Torre

SOMMARIO: 1. L’ordinamento giuridico come organismo vivente - 2. Fonti unilaterali statali integratrici del diritto pattizio - 3. Fonti unilaterali statali “praeter legem” - 4. Il superamento del diritto pattizio ad opera di fonti unilaterali statali - 5. Il contrasto tra fonti pattizie e fonti unilaterali statali - 6. L’incidenza “negativa” per non attuazione o per non ricorso all’art. 13 conc. - 7. Conclusioni.

Scarica il testo completo in PDF

Rinaldo Bertolino: ricordi nel solco di una antica amicizia e comune tradizione culturale - di Giovanni B. Varnier

Scarica il testo completo in PDF

Rilievo delle norme confessionali nel territorio italiano - di Valerio Tozzi

SOMMARIO: 1. Premessa - 2. L’abuso del richiamo alla categoria delle confessioni religiose - 3. I limiti del metodo concordatario - 4. Principi costituzionali e comportamenti religiosi - 5. Il concetto di norme derivanti dalle culture religiose.

Scarica il testo completo in PDF

La Chiesa e la politica - di Piero Bellini

È dato di esperienza – del quale ci tocca prender atto – che la nostra vicenda nazionale si mostra segnata come da un curioso paradosso. È un fatto che [pur essendo l’italiana una società largamente “secolarizzata”] essa al contempo ben poco si presenta “laica”. È un fatto che l’Italia [quanto si voglia sorda ai richiami d’una sentita religiosità: quanto che sia ridotta, s’è sin detto, a «terra di missione»] è Paese in cui la Gerarchia cattolica romana tuttavia mantiene una sua pregnante egemonia: la quale va ben oltre ciò che si riscontra nella generalità delle altre comunità politiche di professione religiosa cattolica. Sicché – di faccia a questa singolare situazione – non ci si può non domandare come mai ciò accada: come mai una «società secolarizzata» non sappia «essere laica», ma seguiti a concedersi all’alta manus della Chiesa. (Continua)

Scarica il testo completo in PDF

Brevi riflessioni sulla recente giurisprudenza “apicale” in ambito ecclesiasticistico - di Andrea Bettetini

SOMMARIO: 1. Premessa. Stasi normativa e diritto giurisprudenziale in ambito ecclesiasticistico - 2. Il valore pubblico e giuridicamente rilevante della religione. Per un corretto principio di laicità dello Stato – 3. Autoreferenzialità e principio di effettività nella giurisprudenza del Consiglio di Stato - 4. La giurisprudenza della Cassazione sul matrimonio canonico trascritto, tra consolidamento di principi elaborati in via giurisprudenziale e nuove letture di rottura del sistema.

Scarica il testo completo in PDF

L’incidenza professionale del diritto ecclesiastico - di Antonio Fuccillo

SOMMARIO: 1. La positività giuridica del diritto ecclesiastico civile - 2. Il diritto ecclesiastico nell’esperienza professionale ed il diritto ecclesiastico civile vivente - 3. La rilevanza per il diritto positivo statale dei diritti religiosi – 4. Il diritto ecclesiastico e le professioni legali: è ancora attuale ritenere la materia come professionalizzante?

Scarica il testo completo in PDF

Nuovi razzismi e diritto interculturale. Dei principi generali e dei regolamenti condominiali nella società multiculturale - di Pierluigi Consorti

SOMMARIO: 1. Identità e multicultura - 2. Differenza tra multiculturalità e multiculturalismo - 3. L’ipotesi interculturale - 4. Diritto multiculturalista e diritto interculturale - 5. a) La legislazione sull’immigrazione; b) Le limitazioni al soggiorno dei cittadini comunitari; c) La Consulta per l’islam italiano; d) La «Carta dei valori della cittadinanza e dell’integrazione» e la «Dichiarazione d’intenti per la federazione dell’Islam italiano»; e) Il disegno di legge sulla libertà religiosa; f) Il divieto di mutilazioni dei genitali, solo femminili; g) delibere comunali e regolamenti condominiali - 6. Brevissima conclusione.

Scarica il testo completo in PDF

Soft law e sistema delle fonti del diritto ecclesiastico italiano - di Fortunato Freni

SOMMARIO: 1. La globalizzazione ed i conflitti di identità - 2. La unilateralità confessionale - 3. La unilateralità statale - 4. La bilateralità necessaria - 5. La definitività provvisoria di una specifica transazione - 6. La parlamentarizzazione - 7. Gli accordi derivati - 8. L’obiezione di coscienza - 9. La rilevanza ultranazionale dei diritti umani - 10. La giurisprudenza costituzionale - 11. I recenti contributi ad una moderna nozione di positività del diritto - 12. Il diritto ecclesiastico come strumento per l’intercultura.

Scarica il testo completo in PDF

Competenze regionali e sviluppo della legislazione in materia di amministrazione di sostegno - di Federica Botti

SOMMARIO: 1. Premessa - 2. La legge regionale n. 11 del 24 luglio 2009 in materia di "Norme per la promozione e valorizzazione dell'amministrazione di sostegno" - 3. Gli altri interventi regionali - 4. Il ruolo di "apripista" nel settore dei diritti delle persone sul territorio.

Scarica il testo completo in PDF

Ancora qualche riflessione sull’art. 7.1 della costituzione italiana per fare un po’ di chiarezza - di Giovanni Barberini

SOMMARIO: Premesse – 1. Stato, Chiesa cattolica e Santa Sede – 2. Significato generale della norma – 3. Indipendenza e sovranità della Chiesa cattolica – 4. Ordine dello Stato e ordine della Chiesa – 5. Interferenze e ingerenze – 6. Questioni con carattere etico e religioso – 7. Possibile ingerenza dello Stato e possibile ingerenza della Chiesa – 8. La Chiesa cattolica nell’art. 7.1 – 9. Per una corretta interpretazione e applicazione della norma costituzionale – 10. Chi negozia con lo Stato – 11. La prassi in altri Stati.

Scarica il testo completo in PDF

Constitutionalism as Peaceful “Site” of Religious Struggles - di Francesco Alicino

SOMMARIO: 1. Introduction – 2. Part I: Theological and Historical Roots of Western Constitutionalism – 2.1. King-Servant of God vs. Tyrant-Servant of the Devil – 2.2. Hobbes and la religion de l’État – 2.3. John Locke’s Principle of Tolerance. The Modern Constitutionalism – 2.4. Roger Williams: The Apostle of Religious Liberty. The Roots of American Secularism – 3. Part II: The secularismlaïcité – 3.1. The Double Separation (Emancipation): State from Religion, Religion from the State – 3.2. Islam and la laïcité à la française – 3.3. Individual Rights vs Group Rights – 4. Conclusion. Secularism and Supranational Constitutionalism

Scarica il testo completo in PDF

Alla ricerca di una nozione giuridica di “identità culturale”: riflessioni di un ecclesiasticista - di Nicola Fiorita

SOMMARIO: 1. Identità e diritto – 2. Identità, religione e diritto - 3. Identità come veicolo di eguaglianza o identità come superamento dell’uguaglianza? - 4. Vecchie e nuove questioni in tema di identità - 5. L’ordinamento giuridico italiano tra tentazione assimilazionista e timide aperture identitarie - 6. Dall’identità dei gruppi all’identità dei singoli: le convinzioni personali nel diritto anti-discriminatorio.

Scarica il testo completo in PDF

La giurisprudenza ordinaria in materia penale: le contraddittorie anime del principio di laicità - di Natascia Marchei

SOMMARIO: 1. La laicità come mera “non confessionalità”: lo svuotamento delle norme penali che tutelavano la “religione dello Stato” - 2. Il paradosso della “laicità democratica”: la protezione della religione della maggioranza dei cittadini - 3. La “laicità positiva” come garanzia di pluralismo (confessionale e culturale): i corollari della laicità - 4. Il “diritto alla laicità” del singolo nei confronti dello Stato inadempiente: le oscillazioni della giurisprudenza - 5. Brevi considerazioni conclusive.

Scarica il testo completo in PDF

Libertà dell’arte vs. libertà religiosa. Il caso della censura cinematografica - di Donatella Loprieno

SOMMARIO: 1. Brevi considerazioni introduttive – 2. La settima arte e la censura – 3. Il sistema censorio e la Costituzione – 4. I film “discussi” – 5. Conclusioni.

Scarica il testo completo in PDF

“A chiare lettere” - Editoriali • Il silenzio, il conformismo e … il diritto ecclesiastico (di g.c.) - di Giuseppe Casuscelli

Succede a molte discipline di affrontare periodicamente il tema della loro crisi, di interpellarsi sull’attualità dei principi ispiratori che la tradizione ha ritenuto fondanti, di dibattere (e scontrarsi) sulle finalità politico-istituzionali da perseguire nel contesto generale dei cambiamenti dell’ordinamento giuridico (interni ed esogeni) e della evoluzione della società. Ma può succedere che tutto ciò sia un esercizio accademico, attraverso la vacua riproposizione di interrogativi destinati a rimanere senza plausibili e adeguate riposte. Utili, però (o, almeno, ritenuti tali), a sottrarsi al cospetto degli altri all’addebito del silenzio, ed al proprio cospetto alla sensazione di rimpianto o di rimorso per i ripiegamenti, per la “sostanziale perdita di autostima” e la “corrispondente caduta di credito esterno” nei confronti dei cultori di altre discipline e della società. (Continua)

Scarica il testo completo in PDF

Problemi e modelli di libertà religiosa individuale e collettiva nell’Est Europa: contributo a un nuovo diritto ecclesiastico per l’Unione Europea - di Giovanni Cimbalo

SOMMARIO: 1. Le nuove prospettive del diritto ecclesiastico - 2. Dall’Est il recupero dell’integrità della memoria - 3. Problemi specifici delle grandi famiglie religiose dell’Est nei rapporti con lo Stato - 4. La tutela individuale della libertà religiosa e di coscienza.

Scarica il testo completo in PDF

Simbolismo religioso e nuove prospettive per lo studio del diritto ecclesiastico dello Stato - di Raffaele Coppola

SOMMARIO: 1. L'occasione – 2. I suggerimenti – 3. Le prospettive in senso proprio.

Scarica il testo completo in PDF

Diritto & Religione vs. “nuovi” paradigmi. Sondaggi per una teoria postclassica del Diritto Ecclesiastico civile. - di Edoardo Dieni

Scarica il testo completo in PDF

Il diritto di libertà religiosa nella cultura giuridica degli anni cinquanta. Riflessioni a proposito della ristampa della monografia del 1957 di Gaetano Catalano - di Giovanni B. Varnier

SOMMARIO: 1. Elementi di validità e cambiamenti dell’ultimo mezzo secolo - 2. Il diritto ecclesiastico in tema di libertà religiosa – 3. La dottrina – 4. Considerazioni attuali.

Scarica il testo completo in PDF

Questioni semantiche e disegno costituzionale di disciplina del fenomeno religioso - di Valerio Tozzi

SOMMARIO: 1. Introduzione - 2. Il ricorso generalizzato alla categoria delle … confessioni religiose - 3. Individuazione della categoria costituzionale delle … confessioni religiose - 4. Le … istituzioni o associazioni a carattere ecclesiastico o con fine di religione o di culto - 5. La categoria delle … formazioni sociali … a carattere religioso - 6. I rapporti Stato-confessioni religiose come sotto-sistema normativo nel più vasto ambito della tutela delle libertà delle formazioni sociali a carattere religioso - 7. Strumentalità del richiamo indifferenziato alle confessioni religiose per attuare un continuismo politico col sistema dei diritti riflessi.

Scarica il testo completo in PDF