Online journal (www.statoechiese.it)
Online from january 2007
Menu

Articoli in Ambiente ed ecologia

Le proiezioni collettive della libertà religiosa - ​ Antonio Fuccillo

SOMMARIO: 1. Le proiezioni delle religioni nei rapporti giuridici collettivi - 2. “La dimensione collettiva dell’esperienza religiosa e teorizzazione giuridica costituzionale (1948-2018)” - 3. “Autonomia della ‘confessione’ islamica e neo-giurisdizionalismo. ‘Crisi’ della laicità? Le risorse della laicità come pluralismo confessionale e ‘culturale’” - 4. “La definizione della nozione di Confessione religiosa nel prisma della giurisprudenza: un’analisi dell’ordinamento giuridico italiano” - 5. “La funzione nomopoietica dell’art. 20 della Carta Costituzionale” - 6. “Autonomia confessionale e sistema delle fonti del diritto ecclesiastico. Riforma del Terzo settore e tutela della privacy: un banco di prova per la produzione normativa confessionale” 7. “Ambiente, creato, sviluppo umano integrale. Dimensione religiosa collettiva e prospettiva ecologica” - 8. “La tutela dei luoghi sacri naturali: valori spirituali e patrimonio bioculturale nell’ordinamento giuridico italiano” - 9. “Proselitismo porta a porta, attività organizzativa delle confessioni religiose e norme europee sulla tutela della privacy” - 10. ... Per una riflessione!

The collective projections of religious freedom

ABSTRACT: This paper investigates new perspectives on religious freedom in Italy. Many issues on religious freedom are on environment protection, religious organizations, heritage on holy places and privacy protection. Especially, the focus is real dimension on relationship between State and churches in the Constitutional statement of Italian Republic.

Download in PDF format

Su un rapporto armonico tra uomo e natura: una riflessione etico-giuridica - ​ Giovanni Tarantino

SOMMARIO: 1. Valore intrinseco della natura ed economia umana - 2. Caratteristiche e implicazioni delle teorie antropocentriche - 3. Sull’approccio antropocentrico dell’attuale declinazione giuridica della sostenibilità dell’agire scientifico nei confronti dell’ambiente e della vita, e sui suoi limiti - 4. Il principio dello sviluppo sostenibile - 5. Limitare lo sviluppo non significa impedirlo - 6. Sulla necessità di limiti per l’autonomia tecnocratica.


On a harmonious relationship between man and nature: an ethical-juridical reflection

ABSTRACT: The break in the harmonious relationship between man and nature has been evident for some decades now. This break is the consequence of the use of science and technology in the interest of only some, an approach that led to an exploitation of nature not respectful of its intrinsic value. Hence the technocracy. In fact, today we are witnessing the domination of the technocratic power, which has as its purpose the utility for those who manage it, in the absence of consideration of the damage that derives from the realization of profit. This latter position marries the anthropocentric conception in the relationship between man and nature and blows both the religious vision of this relationship, which entrusts man with power over nature, but also the duty to guard it, and the natural-evolutionary vision. Hence the need for a limitation of the autonomy of scientific action to effectively protect the ecosystem.

Download in PDF format

Laudato si’: per un’ecologia autenticamente cristiana - ​ Laura De Gregorio

SOMMARIO: 1. Premessa - 2. Tra novità e continuità - 3. Laudato si’ e la cura della casa comune - 4. Relazioni fondamentali ed equilibrio ecologico – 5. Il dono della creazione - 6. L’ordine nella creazione e le relazioni tra le creature - 7. L’uomo e la creazione - 8. Crisi ecologica, crisi umana, crisi sociale - 9. Il tempo superiore allo spazio – 10. Il cammino dell’uomo - 11. Linee di orientamento e di azione: la politica - 12. Linee di orientamento e di azione: l’economia - 13. Conclusioni.

Download in PDF format

Codici di autodisciplina e libertà di coscienza: per una democrazia più partecipativa e solidale - ​ Fortunato Freni

SOMMARIO: 1. Introduzione - 2. Un primo inventario dell’impegno sociale eticamente motivato: a) filantropia; b) ambientalismo, animalismo e veganismo; c) clubs service ; d) valorizzazione dei beni culturali; e) agricoltura sociale; f) oratori; g) finanza etica e sharing economy ; h) fondazioni familiari; i) social streets ; l) architettura sociale; m) orti urbani collettivi - 3. I codici di autodisciplina e la libertà di coscienza come trade union tra ordine giuridico e ordini spirituali - 4. Conclusioni.

Download in PDF format

Enti religiosi e tutela dell’ambiente - ​ Fabio Balsamo

SOMMARIO: 1. Premessa – 2. Verso una concreta assunzione di responsabilità della Chiesa cattolica in materia ambientale – 3. L’impegno delle Diocesi in materia di tutela ambientale – 4. L’impegno della Chiesa cattolica nella tutela dell’ambiente come espressione del principio di collaborazione con lo Stato per il bene del Paese e per la promozione dell’uomo – 5. La partecipazione degli enti religiosi alla costruzione di una “democrazia ambientale” – 6. Enti religiosi e diritto di accesso alle informazioni ambientali – 7. Enti religiosi e tutela giurisdizionale degli interessi diffusi in materia ambientale – 8. Riflessioni conclusive. Confessioni religiose e accesso alla giustizia ambientale.

Religious institutions and environmental protection

ABSTRACT: The article underlines the importance of religions in the global ecological crisis. It also analyzes all the hidden potential of the religious institutions, that can represent an important and useful actor in the necessary ecological commitment. In fact their contribution for the protection of nature can become a really concrete action according to Aarhus Convention, ratified by Italy in 2001. It’s possible to observe that in Aarhus Convention there are no obstacles to the recognition of an active rule on these religiously inspired institutions. That’s why it becomes necessary to study all the consequences, in order to identify powers and limits of this contribution, according to Italian legal system.

Download in PDF format

Il grido di Abacuc. La questione ecologica alla luce delle istanze del giusnaturalismo cristiano contemporaneo - ​ Cristiana Maria Pettinato

SOMMARIO: 1. Ecologia e religioni. Il rapporto uomo-natura nella visione escatologica dell’unità tra creazione e storia. Critiche all’antropocentrismo cristiano e derive panteistiche - 2. Chiesa cattolica e questione ecologica. Il nuovo imperativo categorico: l’ecologia umana nel Magistero pontificio post-conciliare - 3. L’ecologia umana come preoccupazione comune alle principali Chiese cristiane- 4. Riflessioni sulla causa del disastro ecologico umano-ambientale: la soluzione del problema nella natura giuridica della persona umana.

ABSTRACT: In the present work – based on a suggestion coming from the Scriptures- we investigated the relashionship between human disobedience to the commands of God and the revolt of the creation that manifests in the natural upheavals. Become one of the most challenging cultural issues for the modern world, even the religious faiths reflect on the ecological question, because it regards the deep relashionship between man and all over the world created. But the ebraic-christian monotheism develops an ontological doctrine of creation purposeful orientated toward redemption. The christian revolution is that man is the centre of the universe and ontological different from the others creatures, in respect of which is vested of responsability. But humanity power has become limitless, consequently new methaphisic and religious tendences offer a vision of nature deified (Deep ecology-Gaia), in which man depersonalized is privated of moral and legal responsibility. In post-conciliar magisterium Catholic Church addresses the ecological problem interpreting it as an anthropological question. It’s useless taking care of the environment without priority to the human rights. This is one of the most important principle of Social Doctrine of Catholic Church. The ecological disaster is an human fault, and the solution of this emergency is a revaluation of natural law, a duty for the common man and the jurist.

Download in PDF format

“Frate sole” e il fotovoltaico. Il ruolo della parrocchia e la tutela dell’ambiente tra normativa statale e Magistero della Chiesa cattolica - ​ Angela Patrizia Tavani

SOMMARIO: 1. Premessa - 2. L’ente religioso imprenditore - 3. Rinnovata centralità di “frate sole” nel III millennio: le parrocchie e il fotovoltaico - 4. Il Magistero della Chiesa cattolica in tema di salvaguardia dell’ambiente - 5. Considerazioni conclusive.

"Brother Sun" and photovoltaic. The role of the parish and the environmental protection between State regulations and the Magisterium of the Catholic Church

The establishment of a social enterprise for the production and sale of electricity through the creation of a photovoltaic system by imposing some parishes of Mantua shows that there is no conflict between the specific nature of ecclesiastical entity and the exercise by this socially useful economic activity, because the economic activity in order to provide the capital resources required to achieve the purpose of religion or belief, does not change the nature of ecclesiastical entity, because it does not absorb or blur the religious or of worship but rather reinforces the essence, as related and instrumental to this The invitation to promote renewable energy to protect the environment, has been the subject of interventions at various levels by both the Italian state and by the European Community, also Magisterium of the Catholic Church has often called for a real ecological conversion and an ecumenical commitment to that effect Associated Parishes are an example of civil economy, characterized by human sociality and reciprocity, as opposed to a utilitarian vision of the market based on the logic of exchange of equivalents.
 

Download in PDF format

Leopardi, la natura e il diritto: tra pubblico e privato - ​ Andrea Zanotti

La dimensione poetica custodisce in sé una cifra profetica che va disvelata ed interpretata, proiettandosi, al di là della contingenza, in una regione dove il futuro, non ancora avveratosi, diviene intuibile. In questo senso Leopardi e il dono della sua poesia rivestono una valenza straordinaria, non arrestandosi, la comprensione, sulla soglia di un puro dato estetico. Anzi, la critica leopardiana è non di rado percorsa dall’inquietudine di afferrare il nocciolo “politico” del  pensiero dell’Autore, tendendo frequentemente a interpretarlo attraverso il dato di una sua vera o presunta vicinanza all’universo del liberalismo e altalenando, a seconda del colore e del posizionamento della critica, tra i diversi toni usati dalle letture e dagli ostracismi (espliciti o silenziosi) ora di stampo socialista. (Continua)
 

Download in PDF format

Nuove forme di obiezione di coscienza - ​ Vincenzo Turchi

SOMMARIO: 1. Nuove forme di obiezione di coscienza e nuove modalità di obiezioni di coscienza “tradizionali”. Casi dubbi di obiezione di coscienza - 2. Nuove prospettive dell’obiezione di coscienza al servizio militare - 3. L’obiezione di coscienza all’aborto farmacologico - 4. L’obiezione di coscienza in materia bioetica: procreazione medicalmente assistita; eutanasia; interventi di modificazione del sesso; codici di deontologia medica, infermieristica e ostetrica; sperimentazione su animali; leggi regionali in materia di metodiche diagnostiche e terapeutiche; “voto di coscienza” e questioni di bioetica - 5. Multiculturalismo e obiezione di coscienza. - 6. Unioni omosessuali e obiezione di coscienza - 7. Casi dubbi di obiezione di coscienza: astensione dal voto e obiezione di coscienza; “obiezione ecologica” e “obiezione ai consumi”; simboli religiosi e obiezione di coscienza; mendicità, stili di vita e obiezione di coscienza; delibazione delle sentenze canoniche di nullità matrimoniale versus divorzio come ipotesi di obiezione di coscienza - 8. Riflessioni conclusive.

Download in PDF format